close
close

5 cause che ne determinano l’estinzione. Ecco quali sono

Il mutuo casa consiste in un meccanismo a tutela dei diritti del creditore in caso di inadempimento del debitore.

Tuttavia, non dura indefinitamente, ma scade in molte situazioni pratiche. In modo che ci capiamo.

mutuo
pixabay

Una domanda che in molti potrebbero porsi e che ad essa si collega situazioni debitorie è il seguente: se ilmutuo sulla casa?

In effetti, un mutuo è composto da uno Garanzia risultante da un accordo tra le parti, per legge o per provvedimento giudiziario e si applica ai beni mobili e immobili a garanzia di un mutuo da erogare. Nel caso che ci interessa, è esattamente quello che èMutuo su un appartamento.

Nel seguito vogliamo rispondere alla domanda di cui sopra, perché è nel chiaro interesse del debitore sapere quando l’immobile viene effettivamente “sgravato” dall’ipoteca stessa. I dettagli.

Mutuo sulla casa: il contesto di riferimento

Prima di approfondire la domanda di apertura e specificare la risposta da dare, esaminiamo brevemente alcune caratteristiche di base del mutuo e del mutuo casa. Tecnicamente, il mutuo è un tipo di mutuo vera garanziaapposto su un bene immobile o su un bene mobile registrato per uno scopo specifico. Il? In questo modo, il diritto del creditore è garantito se il debitore è in ritardo nel pagamento. Quindi il mutuo è una specie Garantire l’adempimento dell’obbligo.

Il debitore intraprende il percorso dell’ipoteca sulla casa. Infatti quando non è in grado di pagare i debiti che ha Creditore, Quest’ultimo può quindi utilizzare il metodo di vendita forzata della proprietà gravata. Infatti, il creditore avrà il CD. Diritto di prelazione sullo stesso immobile messo all’asta.

Per quanto riguarda il diritto di proprietà del mutuo da parte del debitore, vi ricordiamo che questo resta fino al momento del pignoramento. Il mutuo in sé non comporta un immediato “esproprio” della casa.

In altre parole, l’immobile ipotecato non lascia il possesso del proprietario, ma rimane nella sua piena disponibilità fino al pignoramento. La casa ingombrata diventa proprietà del proprietario, che può continuare ad abitarla e ad usarla a suo piacimento.

Ma attenzione: come vedremo, la garanzia in questione non ha durata indefinita. Il creditore potrebbe quindi veder scomparire la garanzia e anche il diritto di difendersi dal debitore che non paga il suo debito.

Una tipica applicazione del mutuo: il contratto di mutuo con la banca

Di norma è inclusa l’ipoteca sulla casa Contratto di credito per l’acquisto di un immobile, concordato con la banca, che ne pagherà la somma. Quest’ultimo potrà fornire tale garanzia sull’immobile al fine di tutelarsi dal rischio che il cliente debitore non adempia ai propri obblighi di pagamento delle rate e degli interessi.

Vi ricordiamo inoltre che il mutuo è scaduto Iscrizione nel registro immobiliare negli uffici del Conservatorio del luogo in cui si trova l’immobile.

Oggi, grazie a Internet, è molto facile sapere se un immobile è oggetto di mutuo. Basta chiederne uno certificato ipotecario per oggetto tramite i servizi corrispondenti disponibili su Internet.

Ricordiamo che la ricerca del mutuo immobiliare è molto utile durante le trattative preliminari di vendita, dove gli atti notarili su un immobile sono obbligatori o nelle iniziative di recupero crediti.

Scadenza del mutuo sulla casa: quando?

Veniamo ora alla domanda originaria: abbiamo detto che il mutuo non è perpetuo e infatti ci sono ragioni ben precise che ne determinano la cessazione. Li vediamo sintetizzati come previsto dalla legge:

  • Innanzitutto l’ipoteca sulla casa scade naturalmente, ovvero tramite iladempimento dell’obbligo a cui è connesso. Il caso è tipico per un mutuo ipotecario da una banca. Se per l’acquisto è stato stipulato un contratto di mutuo e la banca ha optato per un mutuo sull’abitazione stessa a garanzia del proprio mutuo, esso scadrà quando il cliente avrà saldato tutti i debiti e pagato tutte le rate previste, oltre agli interessi Certo.
  • anche l’ipoteca sulla casa è meno rinuncia del creditore. Queste sono le circostanze in cui il creditore non è più interessato a garantire il suo prestito.
  • l’ipoteca scade anche dove sono stati trasferiti 20 anni dall’iscrizione nel catasto e non procedere con il rinnovo.
  • la cancellazione può essere ordinata anche da a regolamento del magistratocon cui si stabilisce l’annullamento dell’ipoteca (tipico il caso di effettivo adempimento dell’obbligazione connessa).
  • l’immobile ipotecato è ormai talmente usurato da non poter più essere garantito (si pensi ad esempio alla casa danneggiata da un terremoto).

Leave a Comment