close
close

Allarme nei supermercati, ora costa il doppio: tutti fanno scorta



Nei supermercati c’è un allarme per il costo di un prodotto consumato giornalmente. Il rischio è di non poterlo più acquistare, motivo per cui tutti cercano di farne scorta.

Attacco ai supermercati
Aumenti di prezzo – Nanopress.it

Nel mezzo crisi e inflazione, ora è il momento di prodotti comuni con prezzi che raggiungono limiti inimmaginabili. In particolare per uno di questi, i consumatori hanno deciso di fare scorta e metti tutto in dispensa.

L’aumento dei prezzi e la crisi colpiscono il supermercato

Non è una novità che questa crisi stia mettendo in ginocchio gli italiani. Tra inflazione dentro prezzi in aumento e costosici troviamo di fronte a un budget in continua contrazione sotto ogni aspetto.

Aumento delle spese
Aumento delle spese-NanoPress.it

La spesa al supermercato diventa una corsa all’offerta più conveniente, porti con te solo i prodotti che ti servono, non di più ogni capriccio. Poche ore fa la notizia del prodotto, uno dei più utilizzati nelle case italiane, ha visto un aumento del doppio del prezzo originario: le ricariche sono possibili, ma non per sempre.

Prodotto in aumento nei supermercati: tutti ne fanno scorta

Quella Ama la vita sta sempre più limitando la spesa degli italiani. Uno dei prodotti più consumati sta per superare i due euro al litro: stiamo parlando di latte.

Questo Allarme nei supermercati nasce dalle aziende leader Granarolo e Lactalis per intervenire il più rapidamente possibile per abbattere antagonismi di mercato e strategie di marketing.

Il tuo obiettivo è quello governo Draghi Fatti una domanda e reagisci subito alle conseguenze, a dir poco catastrofiche (secondo il comunicato stampa congiunto dei media).

Costo elevato del biglietto costoso
Caro scontrino d’acquisto alto-NanoPress.it

hanno evidenziato le aziende aumento dei prezzi del latte per il consumatore secondo i dati Nielsen – raggiungere 1,80 per litro. L’aumento continua e dovrebbe raggiungere i 2 euro al litro entro dicembre 2022.

Quella Presidente di Granarolo Gianpiero Calzolari non va bene perché un bene primario e importante per la dieta italiana non può essere penalizzato in questo modo. Riferisce inoltre che l’aumento dei costi energetici ha avuto un impatto devastante sull’azienda. Per questo i due colossi chiedono voti unificati per un provvedimento immediato per evitare ogni tipo di fenomeno speculativo fino alla chiusura definitiva delle società.

Quali sono le cause di questo aumento del latte? Innanzitutto l’alimentazione dell’animale, la siccità e il conseguente aumento del prezzo del latte per gli allevatori. Non si parla solo di prodotto, si parla anche di packaging e distribuzione, anche se i colossi citano l’energia costosa come causa principale di tutto.

Bevi il latte
Bevi il latte NanoPress.it

Coldiretti ne ha scritti diversi dati terribili e l’esplosione dei costi porterebbe a un preannunciato effetto domino.

Quella Presidente Coldiretti – Prandini – spiega che finora è stata importante la grande collaborazione tra industria e agricoltori per contenere gli aumenti. Ma da quel momento sarà impossibile contenere la situazione, perché tutto lo è diventare insostenibile. La filiera produttiva è a rischio ed è gestita da un sistema di 24.000 mandrie da latte con una produzione annua di ca. 12,7 milioni di tonnellate e un valore di 16 miliardi di euro.

Leave a Comment