close
close

Balotelli: “Mai porte chiuse alla Nazionale. Vorrei tornare al Milan, ma anche all’Inter”.

Mario BalotelliL’attaccante del Sion, parlando ai microfoni dazn sulla sua nuova avventura “Sono appena arrivato, sto bene. È un’avventura, ma sicuramente una buona scelta. Speriamo vada bene. Volevo segnare per il Basilea, ma la cosa più importante è aver vinto. Sono felice con questa scelta. E “Una scelta di vita. A livello calcistico, il campionato svizzero è un campionato speciale, non certo il migliore al mondo, ma difficile. Non puoi venire qui pensando di andare in vacanza. Ma le persone ti lasciano vivere, va bene, quindi è una scelta di vita”.

Come ti senti quando guardi il derby Milan-Inter?
“Le due squadre sono belle entrambe. Non ho visto il derby perché abbiamo giocato contemporaneamente. San Siro è lo stadio più bello del mondo”.

Ti ecciti ancora quando scendi in campo?
“Non è che io abbia 40 anni, ne ho 32. Sono davvero eccitato”.

L’Europeo 2012 mi resta nel cuore.
“Quell’anno è stato davvero bello, mi vengono i brividi solo a pensarci”.

Sulla relazione con Mancini.
“Ho sempre avuto un rapporto meraviglioso, nessun rancore di sorta. Da allenatore della nazionale, ha preso le sue decisioni e le ho sempre rispettate. Posso dire che non essere convocato per la Macedonia mi ha ferito. Ma non il suo fatto. che Mancini mi conosceva e non mi aveva chiamato, ma perché da italiano sapevo di poter aiutare la nazionale, ho accettato la scelta, non perché non mi ha chiamato, l’ho mandato in questo paese, mi sono trovata bene rapporto anche Mancini e avrà sempre un bel rapporto”.

Credi in un ritorno in Nazionale?
“Questo è quello che ho detto quando mi sono presentato. Non è che non mi interessi più la nazionale, sarebbe una bugia dire che la nazionale sta arrivando, così sia. Il mio pensiero fisso Se c’è una possibilità e me la merito, così sia. Da parte mia, in Nazionale non ci saranno mai porte chiuse”.

Ti sarebbe piaciuto giocare nel Napoli?
“Sono molto legato al Napoli. Mi sarebbe piaciuto molto essere un giocatore del Napoli, ma anni fa. Per alcune situazioni non sarebbe stato possibile. Mi sarebbe piaciuto molto, per molte situazioni”.

C’è una squadra italiana in cui vorresti giocare?
“Milan. Mi piace il Milan. Peccato che dico Milan perché anche all’Inter non mi ammalerei. Sono le due squadre più belle in cui un giocatore può giocare, squadre che un bambino può sognare”.

.

Leave a Comment