close
close

Beatrice Valli risponde a chi critica la presenza degli influencer a Venezia

Negli ultimi anni la figura dell’influencer ha iniziato a soppiantare modelle e attrici nell’immaginario collettivo di adolescenti e giovani adulti. Se negli anni ’90 le pagine dei giornali di gossip o di intrattenimento (come dimenticare Cioè e Tv Stelle!) erano dominate dai protagonisti delle serie televisive più seguite, questi primi due decenni del 2000 hanno visto i volti dominati da programmi come Uomini e donne. Oggi, anche grazie ai social, numeri like Beatrice Valli e Giulia de Lelli Sono molto apprezzati da marchi e stilisti. Una svolta che non piacerà a chi è ancora radicato “ai vecchi tempi”.

Tuttavia, gli influencer con due milioni di follower sono stati criticati per essere diventati famosi “senza saper fare qualcosa”. Parte della società non spiega perché hanno così tanto successo, anche se non sono attrici, cantanti o qualsiasi altra cosa che pensano possa essere considerata “diva”.

Una mentalità che ha poi spinto molti leoni della tastiera a critiche e clamore spesso controverso. Non c’è un influencer che non abbia almeno un insulto nei propri post o video ogni giorno. Ne sa qualcosa Beatrice Valli. L’ex corteggiatore dello spettacolo di appuntamenti di Maria De Filippi ogni anno viene inondata di insulti perché lei, insieme al marito, viene invitata dall’ex tronista che l’ha scelta, Marco Fantinia sfilare sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia.

In occasione dell’evento, sarà presente tra poche ore, Beatrice Valli Inserito ieri attraverso alcune storie di Instagram, una dura risposta ai suoi haters:

Quindi domani andiamo a Venezia (oggi, ndr). Partiremo molto presto e poi torneremo sempre molto presto il giorno successivo perché Alessandro Inizierà a giocare a calcio e giocherà due partite, sia sabato che domenica. Con tutto questo volevo fare una piccola premessa. So già che domani le solite persone che conosco ora che mi scrivono inizieranno a scrivermi, mi insulteranno. Sfortunatamente, le persone che non vivono una vita felice devono criticarle. “Che diavolo ci fai a Venezia”, “Ma qual è il tuo ruolo”, quindi dopo questa premessa spero di non leggere le solite notizie sempre simpatiche e simpatiche dove la gente dice “qual è il tuo ruolo lì” , “perché sei andando là”, “perché invitano queste persone”.

Allora che dire di queste persone… a volte non dovresti nemmeno permetterti di dire e usare certe parole e certi termini. Ognuno di noi ha un nome e va rispettato come noi rispettiamo voi. Non ho mai mancato di rispetto a nessuno ea nulla. Anzi, credo di essere sempre stato abbastanza chiaro con te, con chi mi segue, e sempre abbastanza onesto, non nascondendomi mai niente dietro, per farmi vedere quello che sono.

E invito tutti a dire di no se un giorno dovessero essere invitati al festival del cinema, un evento così importante. Ecco perché non capisco tutta questa malizia nei confronti di chi, come noi, in realtà non fa niente di male. Per me è anche un momento di lavoro. Per me si tratta di lavoro. Che non stia recitando come attrice è chiaro e lo sanno tutti. Ma come sapete, negli ultimi anni anche il mondo è cambiato. Non ci vanno solo attrici, attori o registi. Ci auguriamo che secondo questa premessa che ho fatto domani, non troverò violazioni di questo tipo tra i miei post o video. Spero che tu l’abbia capito, anche perché nelle ultime settimane non mi sei stato molto amichevole in alcune foto o in alcuni discorsi.

Purtroppo ci sono tante persone cattive che giudicano senza sapere, anche ignoranti. Dietro tutto questo puoi vedere che ci lasciamo vedere come esseri umani normali. Ma a volte ti permetti di dire troppo su una vita che non conosci davvero. Non tutto ciò che siamo traspare. Invece, voglio che tu capisca cosa sono, cosa siamo.

Leave a Comment