close
close

Bello, la tragedia arriva così: non c’era niente da fare per lei, la democratica

Una famosa attrice di “Beautiful” ha detto addio alla storica serie televisiva statunitense, lasciando letteralmente senza parole i tanti fan della soap opera

Una delle serie televisive più seguite e seguite di tutti i tempi è andata in onda ininterrottamente dal lontano marzo 1987. In realtà la telenovela di successo di questi tempi È visto ogni giorno da circa trecento milioni di telespettatori in tutto il mondo.

Bellissimo (fonte web)

Giunto alla sua trentacinquesima stagione, “Beautiful” ha ottenuto innumerevoli premi, a cominciare da tre Emmy Awards per la migliore serie drammatica, raggiunto nel 2009, 2010 e 2011. Tuttavia, in termini di numero di episodi, la soap opera si sta avvicinando rapidamente a 9000 episodi. Ad oggi poco più di 8.500 di questi sono stati trasmessi in Italia.

“L’audace e il bello”, titolo originale della serie, si occupa principalmente delle vicende che ruotano attorno alla famiglia protagonista della stessa, ovvero i “Forrester”. Naturalmente, ai membri della suddetta famiglia si aggiungono molti altri personaggi della soap opera americana, che per decenni, grazie alle trame e alle relazioni che si formano tra loro, sono riusciti ad attirare l’attenzione degli spettatori.

Bello, l’addio della famosa attrice, che nessuno si sarebbe aspettato

Il volto della storica televisione americana che ha lasciato le riprese per sempre non è altro che questo Renè SoferQuesto significa l’interprete di Quinn Fuller. L’attrice, che partecipa alla soap opera dal 2013, ha spiegato i motivi che l’hanno spinta ad andarsene durante un’intervista che ha rilasciato.

Rena Sofer, interprete per Quinn Fuller (fonte web)

Parte dell’intervista è stata riportata anche dal portale lanostratv.it, dove si possono leggere le parole di Sofer: “In pratica mi hanno detto che non avevano idea di cosa sarebbe successo a Quinn chiedendomi di andare alla replica. A quel punto ho capito che non avevano piani per il mio personaggio ed è stato facile decidere. Penso di meritare di più che stare seduto ad aspettare che le idee ti vengano in mente..

All’interprete di Quinn Fuller non piaceva affatto l’idea di diventare un personaggio di supporto per tornare in uno spettacolo in cui eri un giocatore attivo tutti i giorni non è fattibile per me. Non è la direzione in cui voglio andareVoglio continuare nell’ignoto spaventoso”.

Leave a Comment