close
close

Borse Ue ancora “in rosso” dopo agosto da dimenticare. Spread up, il rendimento a 10 anni è vicino al 4%

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – Dopo un agosto difficile, con perdite anche superiori al 5% per i principali titoli (Milano -3,78% sul mese) e prezzi del gas in rialzo di oltre il 25%, le borse europee sono ancora nella prima seduta di settembre Minus . Mentre l’energia costosa continua a reggere il passo in tutta Europa (i prezzi sono attualmente in calo mentre è il secondo giorno di flusso di gas russo verso l’Europa attraverso il Nord Stream 1, ufficialmente in manutenzione), l’extrainflazione osservata e il rischio sempre più concreto di recessione. Anche in Cina l’indice PMI manifatturiero è sceso a 49,5 punti (il calo più grande da maggio e un dato che indica un rallentamento dell’attività), che ha pesato sui mercati asiatici (Tokyo ha chiuso a -1,5%).

Così anche sulla scia di Wall Street, mercoledì con il quarto calo consecutivo dopo i commenti “da falco” della Federal Reserve statunitense n. 1, Jerome Powell, che sembra non avere alcuna intenzione di modificare i tassi di interesse nonostante il rischio economico rallentamento, gli indici europei sono in ribasso come dimostrano il FTSE MIB di Milano, il CAC 40 di Parigi, il FT-SE 100 di Londra, l’IBEX 35 di Madrid e l’AEX di Amsterdam. Anche il DAX 40 di Francoforte è sceso dopo che le vendite al dettaglio tedesche sono diminuite del 2,6% a/a a luglio (+ 1,9% a/a, migliore del previsto). I futures di Wall Street sono in ribasso poiché esaminiamo già i dati sui salari del 2 settembre, che sono cruciali per capire se c’è spazio per un ripensamento della Fed.

Quasi tutti Ftse Mib in “rosso”, in coda l’energico

Per quanto riguarda le azioni, i titoli energetici finiscono in un Ftse Mib sostanzialmente toccato (Cnh Industrial è stata salvata nelle prime fasi), ancora in coda e in ripresa da una sessione di forti ribassi in Italia ed Europa (Tenaris, Interpump Group, Eni), con prezzo del petrolio in calo. In rosso anche Poste Italiane, Moncler e Davide Campari.

Gas in calo dopo il +25% di agosto

In calo anche il prezzo del gas, che nella fase iniziale ad Amsterdam ha segnato -2,8% per poi scendere ulteriormente, con l’attuale -4,9% a 228 euro al megawattora, un valore che è al di sotto del record delle ultime settimane, ma 300 euro è chiaramente superiore a un livello elevato (rispetto a meno di 200 EUR all’inizio di agosto ea circa 30 EUR di un anno fa).

scopri di più

Andamento spread BTP/Bund

Caricamento …

Spread up, il rendimento a 10 anni è vicino al 4%

Lo spread tra BTp e Bund torna ad allargarsi, con il rendimento della scadenza decennale italiana che sfiora il 4 per cento. Il differenziale di rendimento tra il benchmark BTp a 10 anni (Isin IT0005494239) e la stessa scadenza tedesca è riportato a 237 punti base, rispetto ai 235 della chiusura di mercoledì. Ancora più notevole è l’aumento del rendimento del BTp a 10 anni al 3,97% dal 3,88% alla fine precedente.

Leave a Comment