close
close

Campionato del Mondo 2022: un torneo stravolto dalla formula, organizzazione e regolamento della FIVB

LUBIANA (Slovenia) – Il Mondiale 2022 sarà ricordato non solo per la sua brevità, ma anche per alcune stravaganze organizzative di cui la FIVB non ha tenuto conto nel rispetto dei valori sportivi.

UCRAINA N. 1 – Dopo la rimozione dell’organizzazione del torneo di Coppa del Mondo dalla Russia a causa delle sanzioni internazionali legate all’invasione dell’Ucraina e la rimozione della nazionale di Mosca dal girone A, in cui era testa di serie con Serbia, Tunisia e Porto Rico come n. 1 Paese organizzatore, la FIVB ha ripescato la prima della classifica FIVB non qualificata, l’Ucraina, come 24a squadra.
Un atto necessario, nel rispetto dei valori della graduatoria, per reintegrare il numero dei partecipanti. Qui però si pone il primo problema, ovvero che l’inserimento della nazionale di Kiev non viene effettuato tenendo conto del corretto valore della squadra, da qui la trasformazione dei pool precedentemente elaborati tra pareggi e “serpentini”, ma semplicemente inserita nelle partite come nuova testa di serie numero 1 della Coppa del Mondo (pur essendo sopra il 20° posto nella classifica internazionale) e snaturando così il valore tecnico del primo girone, con un grande (Serbia) e tre internazionali nel secondo/ terzo gruppo.

ALLENAMENTI – Una volta definita la nuova formula del torneo, divisa in modo ineguale tra due nazioni (2 gironi in Polonia a Katowice, 4 in Slovenia a Lubiana) altri trattamenti differenti per le diverse nazionali. A Katowice con sole 2 partite al giorno alla Spodek Arena al pomeriggio, con possibilità per le squadre di allenarsi in campo al mattino; A Lubiana, con quattro partite al giorno suddivise tra mattina, pomeriggio e sera, le squadre non hanno potuto allenarsi sul campo, sempre occupato dalle partite ufficiali, tranne che alla vigilia del torneo (circa un’ora per squadra).

ORARI E CALCOLI – La distribuzione in due sole località con 6 pool ha impedito alle squadre di seguire un percorso equilibrato. Se una squadra che gioca per ultima può scegliere la propria strada valutando se affronterà un avversario nella seconda fase o un’altra semplicemente dando all’avversario un set, significa che la formula non è esattamente quella giusta. Non si impara dal passato quando Brasile-Bulgaria ‘non hanno giocato’ ai Mondiali del 2010, lo stesso Brasile con gli USA ad Atene 2004. Ieri sera l’Italia ha preferito non fare calcoli e ha vinto in campo 3-0. Un set perso avrebbe significato che avrebbe dovuto giocare un’Argentina in difficoltà in Polonia per evitare un possibile scontro nei quarti di finale con la Francia, dopo aver affrontato l’imprevedibile Cuba negli ottavi di finale. Fatti strada a testa alta, comunque puoi. A capo chino, l’ideatore della formula, che non solo spinge le squadre a prendere decisioni possibili, ha fatto in modo che una partita come Polonia – USA potesse ripetersi anche nei quarti di finale dopo il girone.

POLONIA E SLOVENIA N.1 e N.2. – A parte che ogni partita guadagna punti per la classifica FIVB, che sarà cruciale nella corsa alle Olimpiadi tra un anno, la classifica decide che le due squadre di casa hanno il vantaggio di essere teste di serie casualmente 1a e 2a per essere sicure di piazzarsi loro in casa di nessuno ha creato una situazione che stravolge il torneo prettamente in termini di valori espressi in campo con ulteriore trattamento differenziato. L’Ucraina dovrà trasferirsi dalla Polonia alla Slovenia per i playoff, mentre vola da Lubiana a Gliwice, Polonia, Turchia, Argentina, Brasile e Iran. Tutti gli altri rimarranno nelle posizioni precedenti.

COME CAMBIA IL MONDO – Italia e Serbia in campo si erano aggiudicate il diritto alle teste di serie numero 1 e 2, che in breve le avrebbero piazzate contro la 16a (Tunisia) e la 15a (Germania). La Polonia si è qualificata terza, la Slovenia, anche settima, si è assicurata un KO.

LA TAVOLA CON IL CLASSIFICONE… FIVB
1. Polonia – Host (3v (9p, q 9, qp 1.319) – Girone C1)
2. Slovenia – Host (2v (7p, qs 2.666, qp 1.097) – Pool D2)
3. Italia 3v (9pt, qs MAX, qp 1,439)—Pool E1
4. Serbia 3v (9pt, qs MAX, qp 1.245) – Pool A1
5. Brasile 3v (8pt, qs 4.500, qp 1.220) – Pool B1
6. Francia 3v (8pt, qs 4.500, qp 1.128) – Pool D1
7. Olanda 3v (8pt, qs 3.000, qp 1.144) – Pool F1
8. Stati Uniti 2v (6pt, qs 2.333, qp 1.102) – Pool C2
9. Turchia 2v (6pt, qs 2.000, qp 1.129) – Pool E2
10. Ucraina 2v (6pt, qs 1.500, qp 1.131) – Girone A2
11. Giappone 2v (6pt, qs 1.500, qp 1.102) – Pool B2
12. Iran 2v (5pt, qs 1.166, qp 1.036) – Pool F2
13. Argentina 1v (4pt, qs 0.875, qp 1.011) – Pool F3
14. Cuba 1v (4pt, qs 0.857, 0.930) – Pool B3
15. Germania 1v (3pt, qs 0,500, qp 0,962) – Pool D3
16. Tunisia 1v (3pt, qs 0.500, qp 0.900) – Pool A3

OTTAVA FINALE FIVB
A Gliwice
1 Polonia – 16 Tunisia
8 Stati Uniti – 9 Turchia
4 Serbia – 13 Argentina
5 Brasile – 12 Iran
A Lubiana
2 Slovenia – 15 Germania
3 Italia -14 Cuba
6 Francia – 11 Giappone
7 Olanda – 10 Ucraina

CLASSIFICA IN BASE AI RISULTATI SPORTIVI
1. Italia 3v (9pt, qs MAX, qp 1,439)—Pool E1
2. Serbia 3v (9pt, qs MAX, qp 1.245) – Pool A1
3. Polonia (3v (9p, q 9, qp 1.319) – Girone C1

4. Brasile 3v (8pt, qs 4.500, qp 1.220) – Pool B1
5. Francia 3v (8pt, qs 4.500, qp 1.128) – Pool D1

6. Olanda 3v (8pt, qs 3.000, qp 1.144) – Pool F1
7. Slovenia (2v (7p, qs 2.666, qp 1.097) – Pool D2
8. Stati Uniti 2v (6pt, qs 2.333, qp 1.102) – Pool C2
9. Turchia 2v (6pt, qs 2.000, qp 1.129) – Pool E2
10. Ucraina 2v (6pt, qs 1.500, qp 1.131) – Girone A2
11. Giappone 2v (6pt, qs 1.500, qp 1.102) – Pool B2
12. Iran 2v (5pt, qs 1.166, qp 1.036) – Pool F2
13. Argentina 1v (4pt, qs 0.875, qp 1.011) – Pool F3
14. Cuba 1v (4pt, qs 0.857, 0.930) – Pool B3
15. Germania 1v (3pt, qs 0,500, qp 0,962) – Pool D3
16. Tunisia 1v (3pt, qs 0.500, qp 0.900) – Pool A3

OTTAVA FINALE SPORTIVA
A Gliwice
1 Italia – 16 Tunisia
8 Stati Uniti – 9 Turchia
4 Brasile – 13 Argentina
5 Francia – 12 Iran
A Lubiana
2 Serbia – 15 Germania
3 Polonia -14 Cuba
6 Paesi Bassi – 11 Giappone
7 Slovenia – 10 Ucraina

Leave a Comment