close
close

Carlo Pernat a MOW: “Dopo il match, Domenicali ha spiegato che Enea potrebbe salvarsi l’attacco? ti rispondo così”

Bagnaia vince a Misano, Bastianini è sul podio e Marini è quarto, permettendo a Pecco di guadagnare 14 punti da Fabio Quartararo. Non tutti però sorridono alla Ducati: secondo Claudio Domenicali, Enea ha rischiato troppo e avrebbe potuto salvarsi l’attacco alla curva 4. Ne abbiamo parlato con Carlo Pernat, che, come sempre, è andato dritto al punto

“E’ stata una domenica difficile, penso che la gara sia stata divertente, ma per noi è stata molto stancante. Pecco è spaziale, ha avuto pressioni da Vinales ed Enea ma non si è mosso. Così inizia la conversazione al microfono di Antonio Boselli per Sky, al CEO di Ducati dopo il GP di Misano. Claudio Domenicali Non è soddisfatto, almeno non del tutto: “Abbiamo parlato con i ragazzi e loro sanno che non dovrebbero essere troppo aggressivi tra loro. Enea si è comportato bene fino all’ultimo giro, ma avrebbe potuto salvare il perdente, ha rischiato troppo e questo non ci piace. Dici che è la natura di un pilota? Ci lavorano 150 persone, una squadra, collaboratori, un’azienda. Che vinca il migliore, ma senza fare nulla di stupido”.

DDichiarazioni che hanno subito acceso il dibattito, anche durante la diretta. Tutti i piloti, da quelli che corrono su kartodromi su moto a noleggio ai campioni del mondo, sono in corsa per la vittoria. In MotoGP è così anche se è un lavoro per i piloti. È vero, La Ducati è molto forte quest’anno 2022 e il lavoro di squadra quando in pista ci sono otto moto – e cinque piloti sotto contratto perché Ducati ha a libro paga sia i piloti Pramac che Bastianini – ma Un pilota vincente penserà sempre e solo a vincere.

Così abbiamo chiesto a Carlo Pernat che con una sigaretta in mano e gli occhi fissi sul grande quadro di Marco Simoncelli, ancora in circuito, rispose senza mezzi termini: “Ti dirò cosa penso. Giovedì la Ducati ha ufficialmente chiesto ai piloti di stare attenti perché serve un po’ di gioco di squadra, soprattutto quando hai tanti punti da guadagnare e hai la moto migliore. Ma chiunque può vincere, ha detto Ducati. Invece, a fine gara, il tecnico ha detto che Enea potrebbe salvarsi dalla vittoria… io dico che dovrebbero mettersi d’accordo, tutto qui.

Pio continua dal punto di vista del suo pilota: “Enea era a Misano, nel Gran Premio di casa e con la livrea Gresini, mentre Nadia lo guardava ei premi all’arrivo… E’ un professionista che corre per vincere, a parte matematicamente è ancora in giro per le lotte del mondiale. Forse anche un posizionamento può fare la differenza per lui. È un Mondiale molto importante e noi siamo qui per vincerlo, ma su queste cose dovrebbe esserci un po’ più di consenso: stiamo attenti, va bene, ma una vittoria è sempre una cosa diversa per un pilota.

Quindi, prima della partenza: “La Ducati ha perso punti in Austria quando ha portato tre moto sul podio. Qui se lo meritano. Dobbiamo anche calmarci un po’ quando si tratta di spiegazioni. Capisco che in passato ci siano stati problemi come questo, io c’ero in Argentina (dove Iannone Dovizioso ha eliminato, ndr), ma anche un pilota va rispettato, punto.

.

Leave a Comment