close
close

Ci sono tre bonus sull’auto e ti risparmi anche il pungiglione dell’assicurazione

Il mondo dell’auto è in una situazione molto difficile, infatti gli italiani non vogliono più acquistare auto nuove e le immatricolazioni sono in forte calo.

Con le famiglie sempre più in difficoltà a causa dell’inflazione, non sorprende che l’acquisto di un’auto nuova non sia certo una priorità per gli italiani.

Pixabay

Ma ora c’è di buono tre strumenti nel mondo automobilistico, in grado di fornire un forte sostegno alle famiglie.

I tre bonus sull’auto

Il primo bonus auto è il famoso bonus di 7500€ per l’acquisto dell’auto elettrica.

Pixabay

Questo bonus, infatti, mette nelle tasche delle famiglie fino a 7.500 euro se acquistano l’auto elettrica e rottamano quella vecchia. Quindi compra un’auto elettrica e rottama la vecchia macchina C’è la possibilità di avere questa figura ricca. Ma come dicevamo oggi, i premi per l’acquisto di un’auto nuova sembrano decisamente poco interessanti per gli italiani che non se ne vogliono sostenere le spese. Ma proprio per questo gli altri due bonus sono molto più interessanti. Questi bonus, infatti, incidono anche sul bollo e un modo per risparmiare sull’assicurazione. Vediamo come funzionano.

I nuovi bonus che ti permettono di risparmiare

Il primo bonus è il cosiddetto bonus retrofit, che eroga 3.500 euro a chi effettua il retrofit. L’aggiornamento è corretto un’operazione che permette di sostituire il vecchio motore inquinante della vettura con un moderno motore elettrico. Quindi, se esegui il retrofit, puoi effettivamente trasformare la tua vecchia auto in una moderna auto elettrica senza di essa la spesa per l’acquisto di un’auto nuova. Lo Stato prevede fino a 3.500 euro per i retrofittatori ed è quindi sicuramente un bonus molto interessante. Ma c’è anche un’opportunità molto forte per risparmiare sulla tassa di circolazione. In effetti, la tassa automobilistica può anche essere ridotta 20% in caso di pagamento con addebito diretto sul conto corrente. Un risparmio anche del 100% sulla tassa di circolazione è possibile solo per alcuni conducenti italiani che hanno un’auto elettrica o un’auto d’epoca o anche un’auto che rientra nella legge 104.

assicurazione

Ma oggi il vero problema è l’assicurazione. In effetti, gli osservatori del mondo assicurativo auto sottolineano che quest’anno l’assicurazione crescerà fortemente. In alcune regioni, come la Puglia, l’aumento sarà più pronunciato ma in generale il costo delle polizze soffrirà purtroppo con l’aumento dell’inflazione. Gli italiani però si stanno difendendo da quest’ennesima Aumentare i siti web disponibili che consentono di confrontare le polizze tra loro.

articolo precedenteFamiglie con bambini: in arrivo il bonus scuola e il bonus sport, due volte in regalo a settembre
prossimo articoloBollette del gas, si prega di notare la regola dei 15 giorni

Leave a Comment