close
close

Cremonese-Sassuolo: le parole di Dionisi

Sassuolo: le parole di Dionisi

“Sembra invece che dobbiamo fermarci domani e che la Cremonese debba partire domani e invece non è così. Cresciamo in termini di prestazioni e atteggiamento, poi c’è sempre l’avversario che determina anche la prestazione ma non l’atteggiamento. Stiamo migliorando ma dobbiamo confermare, sappiamo quanti giri a vuoto abbiamo fatto in passato e spero di avere un impatto positivo.

Ad Antiste e Lauriente

“Penso che l’allenatore debba adattarsi al contesto e credo di averlo sempre fatto. Sono contento che in questi giorni non sia uscito nessuno. Sono arrivati ​​ragazzi con qualità ed esperienze diverse. Antiste l’anno scorso ha giocato poco, viene da un infortunio, quest’anno non ha giocato, speriamo che possa crescere durante l’anno per poter mostrare le sue qualità, Laurientè è già pronto, aveva 90 minuti nell’ultima partita giocata dal Lorient, ha 24 anni vecchio, si sta allenando, è venuto per rafforzare la squadra, devi dare un tempo in più e l’altro in meno.

A proposito di Berardi

“Non credo ci siano bollettini medici, vi dico che non ci sarà di certo la domenica, speriamo che debba saltare un paio di partite, questa è la speranza. Se un giocatore è assente è un’opportunità per tutti”. ” Ci siamo tutti, un allenatore può prendere decisioni e può fare cambiamenti, sistema, ci siamo tutti e non manca nessuno. Ovviamente sarei più felice se potessi prendere più decisioni, vediamo se è un’occasione per crescere o per creare un alibi, per me non ci sono alibi, chi li crea, lui è un fallimento e bisogna migliorare.

A proposito di pericoli

“La Cremonese è una squadra viva, siamo alla quinta giornata. Giocano la seconda partita in casa, con il pubblico di casa, che dopo tanto tempo in Serie A sono ingredienti che da soli bastano per dire che la partita è difficile diventa”. La Cremonese ha buoni giocatori, è organizzata, esprimono un calcio diverso dal nostro, due idee calcistiche diverse si fronteggiano, siamo solo all’inizio, ad un certo punto (è un’osservazione), chi vuole di più , ne trae di più, ottieni il gioco”.

Sempre su Lauriente

“Abbastanza pronto, devi dargli il momento giusto, potrebbe essere subito in gioco sapendo di avere poca conoscenza dei suoi compagni di squadra”.

Alla prossima sfida

“Vorrei sempre vedere miglioramenti, tutto è necessario per fare esperienza. Dobbiamo dimostrare di essere migliorati senza pensare all’avversario, perché a volte il gioco è episodico, a dire il vero mi aspetto ancora di più da chi è in vantaggio. piace parlare del passato, le gare passate non contano più”.

.

Leave a Comment