close
close

Donatella Versace in lutto, “Un dolore troppo forte per vivere”

Donatella Versace ha parlato del terribile dolore che l’ha colpita e ha condiviso tutta la sua sofferenza.

Donatella Versace

Donatella Versace si è aperta e ha condiviso il dolore di uno tristezza terribile che l’ha colpita. La stilista sorella di Gianni Versace ha detto di aver vissuto un dolore che le ha sconvolto la vita e le ha fatto ripensare l’intera carriera.

Nata il 2 maggio 1955 a Reggio Calabria, l’imprenditrice è una delle donne più ricche e influenti del mondo. Il suo debutto nella moda arriva negli anni ’80 quando si trasferisce a Milano con il fratello Gianni. Inizialmente si occupa delle pubbliche relazioni del marchio fino a quando suo fratello non le dà la direzione contro. Oggi è Capo progettista dell’intera linea di moda, anche se ha venduto l’azienda a Michael Kors.

Nel 2000, Donatella Versace ha fatto notizia con il famoso vestito verde che Jennifer Lopez ha indossato per celebrare il Grammy Awards quest’anno. L’abito è diventato una vera icona nel mondo della moda.

Donatella Versace

Lo stilista è stato collegato Paolo Beckdalla quale ha avuto due figli: Allegra, che possiede parte delle azioni dell’azienda insieme alla madre e al fratello Santo, e Daniel.

Donatella Versace ha iniziato a tingersi i capelli all’età di 11 anni: è stato suo fratello Gianni a spingerla come una grande fan di Patty Pravo. Da tanti anni Donatella dipendente dalla cocaina e le conseguenze per la sua vita furono molto gravi. Per fortuna la donna è pulita dopo un periodo di riabilitazione.

Donatella Versace, un dolore molto doloroso

La stilista ha dovuto affrontare molti imprevisti nella sua vita, sia mentre voleva emergere nel settore della moda che dopo. Uno di quelli che le ha causato più dolore è stato la morte del fratello Gianni Versace di Andrea Cunanan. Il 15 luglio 1997 il serial killer ha ucciso lo stilista con due colpi di arma da fuoco.

Donatella Versace era molto legata a suo fratello e questa perdita ha stravolto la sua vita. Il dolore è stato enorme, uno shock terribile che lo stilista ricorda ancora oggi con dolore. La donna ebbe paura e si nascose per anni, rischiando più volte di arrendersi.

“Dopo la morte di mio fratello Ho indossato una maschera, Avevo paura. Gianni ed io avevamo un rapporto molto stretto, lui era la mia famiglia. Con lui sentivo di poter fare qualsiasi cosa, osare ciò che altri non avevano osato. Questo è come Ho imparato a non mollare maiperché la sua passione per il lavoro, la sua gioia di vivere e il suo vulcano di idee erano contagiosi”.

Donatella Versace

Le parole dell’imprenditrice hanno commosso tutti, soprattutto quando ha ricordato l’icona che era diventata suo fratello non solo per lei ma per il mondo intero. Nonostante la paura, il dolore e la sensazione di essere perso, Donatella Versace si è rimboccata le maniche e non si è mai arresa.

Leave a Comment