close
close

“Era a un passo dalla Juve. Spalletti è stato fondamentale”

Di Khvicha Kvaracheliail pilota delle prime partite della stagione Napoli, oltre che protagonista assoluto sin dai primi allenamenti del ritiro nella squadra di Luciano Spalletti, si sa quasi tutto, dalle caratteristiche tecniche alle passioni fuori dal campo e alle origini calcistiche.

Kvaratskhelia, i retroscena alla Juve: “Paratici lo ha quasi preso”

Solo quelli sembrano essere sconosciuti limiti un giocatore che ha avuto un impatto inaspettato sul calcio italiano e che sembra destinato a rubare le luci della ribalta ai massimi club europei. Tuttavia, quando ho parlato a “Radio Kiss Kiss Napoli”, Gennaro di Nardòuno degli intermediari che permise al georgiano di arrivare a Napoli Dinamo BatumiAi tempi di Paratici la Juve lo aveva individuato, era in fase avanzata, ma direi che era meglio che il ragazzo venisse al Napoli.“.

Calciomercato, il pagellone di Serie A: ​​​​​​Roma Regina dell'Estate

Guarda la galleria

Calciomercato, il pagellone di Serie A: ​​​​​​Roma Regina dell’Estate

‘Kvara’, Napoli e il “Tip” di Zaccardo

Di Nardo ha poi confermato che il primo a riportare Kvaratskelia ai dirigenti azzurri è stato il campione del mondo 2006 Cristiano ZacardoGrazie agli amici georgiani: Zaccardo è stato il primo a conoscerlo: “Abbiamo conosciuto Giuntoli e Micheli, anche ai tempi del Rubin diceva che gli piacevano molto i club. Il Napoli è stato il più veloce a bloccarlo ed era già sicuro della qualificazione alla Champions League. Nel corso della trattativa con il ragazzo ha parlato anche Spalletti e questo è stato fondamentale perché Khvicha ha sentito la fiducia del tecnico“.

“Kvaratskhelia-Spalletti, approvazione immediata”

Poi ancora complimenti per il lavoro che sta facendo Spalletti: “Kvaratskelia aveva una grande adattabilità, il suo calcio è universale, e comunque ha giocato in un campionato così importante come la Russia. Il Napoli è riuscito a prenderlo bene, parliamo di un 2001 che si sta ancora formando a livello fisico. In Italia può crescere tatticamente con Spalletti, l’allenatore potrà migliorarlo molto, anche perché il giocatore è molto disponibile, ha dei principi solidi e non ha capricci in testa.“.

Spalletti sull'esibizione di Kvaratskelia: "Di solito una goccia"

Guarda il video

Spalletti sulla prestazione di Kvaratskhelia: “Di solito in calo”

Iscriviti al Corriere dello Sport Fantasy Championship: Mister Calcio CUP

Leave a Comment