close
close

Eurobasket, l’Italia supera l’Estonia. Questa sera gli Azzurri di Pozzecco sfidano la Grecia del fuoriclasse dell’NBA Giannis Antetokounmpo

L’avventura degli Azzurri inizia nel migliore dei modicestino di euro 2022. In un forum quasi sold out, anche grazie agli oltre duemila visitatori, l’Italia supera ilEstonia 83-62. Una vittoria già importante per la qualificazione alla ottavo ma il vero test per capire dove ilCestino sarà contro di loro stasera Grecia della stella dell’NBA Giannis Antetokounmpo.

“E’ bello vedere i ragazzi passare la palla in quel modo”, ha commentato l’allenatore a fine partita Pozzecco ha elogiato il modo di suonare corale del blues. Lo testimoniano i 24 assist ei cinque giocatori in doppia cifra (Melli, Mannion, Fontecchio, Polonara e Datome). L’attacco blu funziona. Nel solo primo tempo, l’Italia ha segnato 52 punti grazie a un tiro di oltre il 50% e uno Simone Fontecchio è riuscito a dividere la partita in due grazie a tre triple consecutive nel momento difficile a metà del secondo quarto. “Questi ragazzi adorano aiutarsi a vicenda, tutti sono andati in pensione aiuto il compagno: è così che si gioca a basket”, aggiunge l’allenatore azzurro, che trova anche a fine partita il tempo per scherzare con il pubblico del forum. L’Estonia non ha molto dominio e gli Azzurri ne hanno approfittato vincendo la rimonta per 42-28. Tra i protagonisti dell’area dipinta ci sono Achille Polonara. L’uomo lungo, che dal prossimo anno giocherà per i campioni d’Europa dell’Efes, ha un compito difficile: cercare di non farci pentire della sua assenza Gallinari. E contro l’Estonia, grazie a una doppia doppietta, riesce a farlo con 12 punti e 11 rimbalzi conditi con 5 assist. “Dopo l’infortunio di Danilo, siamo tutti chiamati a dare qualcosa in più – ci dice in conferenza stampa il numero 33 – questa partita è stata importante perché ci serviva per rompere il ghiaccio davanti al nostro pubblico, che è il nostro sesto uomo”.

Ci sono tanti ragazzi sugli spalti, mentre nel parterre si possono vedere alcuni volti storici del basket italiano, tra questi Dino Meneghin e Sandro Gambal’allenatore 90enne che ha vinto gli Europei del 1983 con l’Italia ed è stato inserito nella Hall of Fame Nb. E come nella migliore tradizione del basket americano, a metà del secondo quarto, tra le mura del Forum, inizia a suonare il coro “Mvp, Mvp” dedicato a Simone Fontecchio, che divide la partita in due con tre triple consecutive. Il numero 13 azzurro, che il prossimo anno finirà per indossare la maglia della NBA jazz dell’Utah, non forza e non sbaglia mai, chiude con 19 punti in 24 minuti e con il 70% dal campo. “Gioco con facilità e sicurezza perché sento in me la fiducia che il mister e i miei compagni ripongono – spiega uscendo dal campo prima di andare in spogliatoio – sono felice di poter aiutare la squadra a come posso, prendendo rimbalzi, difendendo, passando, posso fare tutto quello che deve essere fatto”.

Ma non c’è tempo per festeggiare. Stasera gli Azzurri affrontano la Grecia in un palazzo tutto esaurito da settimane Antetokounmpo e potranno mettere alla prova le proprie ambizioni contro un avversario che si candida a salire sul podio. Nella vittoria della Grecia sulla Croazia, il protagonista è stato il Milwaukee Bucks Ha segnato 27 punti in 28 minuti con 11 rimbalzi e 6 assist. “Nessuno può difendersi da lui da solo – commenta Polonara – cinque devono difendersi. La difesa della squadra vincerà la partita”. Ma il problema non è solo Giannis. “Se fosse solo, forse sarebbe un po’ meno complicato”, aggiunge Pozzecco. La squadra allenata da Itoudis può attingere al talento di Dorsey (27 punti anche per lui contro i croati) e all’esperienza di giocatori di Eurolega come ad es. Kalate e Kosta Sloukas e papanikolaou“E’ una delle squadre più forti di sempre – conclude l’allenatore azzurro – ma dobbiamo provare a fare le stesse cose che abbiamo fatto stasera: giocare bene la palla, aiutarci e stare bene insieme”.

Supporta ilfattoquotidiano.it:
andiamo avanti insieme
le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa continuare a pubblicare un quotidiano online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie molto
Pietro Gomez

Sostienici ora

Pagamenti disponibili

articolo precedente

Giannis Antetokounmpo, dai dvd venduti per le strade di Atene alle maglie delle nazionali: il libro sulla storia degli avversari dell’Italia NBA

prossimo

Leave a Comment