close
close

F1 GP Holland miglior tempo nella prima sessione di prove libere di Russell, Verstappen in difficoltà

Nella prima sessione di prove libere a Zandvoort, i problemi al cambio del campione del mondo hanno causato la marea arancione che aveva già allagato la pista. Secondo tempo per Hamilton. In difficoltà anche Perez

dal nostro inviato Mario Salvini

@
chepallebloh

– Zandvoort (Paesi Bassi)

Erano attesi in Belgio a causa della direttiva anti-hopping 39. E in verità, le Mercedes non avevano davvero dimostrato di beneficiarne così tanto. In compenso sono arrivati ​​qui, almeno per quanto riguarda il primo turno di prove libere: il miglior tempo di George Russell, in 1’12”455, più di tre secondi e mezzo più lento della pole fatta qui lo scorso anno da Max Verstappen, l’unico precedente su questa via. Ma non è solo una domanda di Russell, Lewis Hamilton ha realizzato il secondo tempo di 240 millesimi. Terzo tempo per Carlos Sainz, meno 390/1000. Con la rediviva McLaren, a centrocampo dei ferraristi possono piazzarsi una coppia: quarto Lando Norris (a 470 millesimi), quinto Daniel Ricciardo (a 0.622). Sesto poi Charles Leclerc con 0.672.

Verstappen si fermò

Non sarà sfuggito alla vostra attenzione che in tutte queste bellissime classifiche manca il campione del mondo. Il pilota che qui è molto più di un campione. Il giovane che può mobilitare una nazione: Ieri mattina, venerdì, giorno delle prove libere, la stazione centrale di Amsterdam era congestionata. Quella di Zandvoort è stata persino allagata da una marea arancione. Ebbene, il vero colpo di scena è arrivato a soli 12 minuti dall’inizio della sessione: quando l’imponente muro arancione è diventato silenzioso quando hanno visto il loro eroe in piedi in pista tra le curve 3 e 4.

io cambio ko

Verstappen ha avuto un problema al cambio, la sua RB18 è rimasta in quinta marcia. I suoi meccanici avevano già apportato in tarda serata alcune modifiche, che l’associazione internazionale ha annunciato in mattinata: “Interventi sull’inserto di bloccaggio del cambio”. Max è sceso dall’auto, ha salutato il suo pubblico mentre la dirigenza ha sventolato la bandiera rossa. Sarà quindi importante vedere le FP2 del Campione del Mondo.

Perez lento e pigro

Ma anche l’altra Red Bull ha faticato, non solo a quasi un secondo di distacco (0,961), ma anche a commettere qualche errore, due di fila, uno sull’erba prima della curva 10. Anche lui ha rinviato a questo pomeriggio.

volte

Questi i tempi delle FP1 del GP d’Olanda: 1. Russell (Mercedes) 1’12″455

2.Hamilton (Mercedes) 1’12″695

3. Sainz (Ferrari) 1’12″845

4. Norris (McLaren) 1’12″929

5.Ricciardo (McLaren) 1’13″077

6. Leclerc (Ferrari) 1’13″127

7. Perez (Red Bull) 1’13″416

8. Alonso (Alpino) 1’13″633

9. Ocon (Alpino) 1’13″963

10. Albon (Williams) 1’14″063

11. Schumacher (Haas) 1’14″163

12. Cammina (Aston Martin) 1’14″257

13. Magnussen (Haas) 1’14″405

14. Gasly (AlphaTauri) 1’14″474

15. Vettel (Aston Martin) 1’14″500

16.Zhou (Alfa Romeo) 1’14″534

17. Tsunoda (Alpha Tauri) 1’14″630

18. Bottas (Alfa Romeo) 1’14″695

19. Verstappen (Red Bull) 1’14″714

20. Latifi (Williams) 1’15″122



Leave a Comment