close
close

Facebook viene pagato








Il salasso per creare il metaversoda un lato l’impossibilità di Traccia gli utenti per scopi pubblicitari sui dispositivi Apple, dall’altra parte: Meta FacebookÈ intrappolata tra rock e rock e l’unica soluzione economica per il blues sociale, ma anche Instagram, potrebbe essere farlo essere pagato.

Non del tutto, ma almeno in parte sì: a Meta c’è infatti una discussione aperta sull’introduzione funzionalità a pagamento in Facebook e Instagram per guadagnare di più da queste due enormi piattaforme che stanno diventando sempre più costose da tenere al passo. L’idea è quindi quella di replicare il metodo WhatsApp (che non si sa ancora se e per quanto funzionerà): L’app di chat più utilizzata al mondo è attualmente in fase di aggiunta di una versione “bonus“Dedicato alle aziende, con funzionalità riservate a chi paga. Tuttavia, per chi non paga, restano le normali funzionalità già conosciute. Ma quali saranno le funzionalità gratuite e quali saranno le funzionalità a pagamento di un eventuale Facebook Premium?

Come sarà Facebook Premium?

La notizia dell’arrivo delle funzionalità a pagamento su Facebook e su Instagram è stata riportata da Il bordo. Il noto quotidiano online americano ha potuto leggere un documento interno a Meta che parla della creazione di una divisione dedicata al “possibili funzioni a pagamento“, ovvero alle eventuali funzioni a pagamento.

Il bordo chiesto chiarimenti Johannes Hegemanche dirige il dipartimento di monetizzazione di Meta, e il dirigente sono stati vaghi pur confermando sostanzialmente la notizia: “Vediamo un’opportunità per creare nuovi tipi di prodotti, funzionalità ed esperienze per cui le persone sarebbero disposte e disposte a pagare.‘ disse Hegeman, ma senza aggiungere dettagli.

A breve termine, tuttavia, le funzionalità a pagamento non rappresenteranno una grande fonte di reddito per Meta, secondo il consiglio. Quindi a inizio molto lento di tali caratteristiche, ma, dice Hegen, “Su un orizzonte temporale di cinque anni, credo [l’introduzione di funzioni a pagamento] può davvero muovere l’ago e fare una differenza abbastanza significativa“.

Facebook senza pubblicità?

La domanda che tutti si porranno a questo punto è che avremo una versione a pagamento di Facebook tra cinque anni? senza pubblicitàe uno gratuito, con annunci. Una domanda valida considerando che sarebbe qualcosa di simile a quanto già fatto da Telegram con Telegram Premium.

Telegram Premium, vi ricordiamo che è la versione a pagamento di Telegram (5,99 euro al mese o 3,99 euro a seconda di come ci si iscrive) senza banner pubblicitari e con qualche funzionalità in più. Vedremo qualcosa di simile per Facebook?

Al momento, John Hegeman afferma che intende farlo espandere l’attività entrate pubblicitarie e che Meta non ha intenzione di offrire una versione a pagamento di Facebook e/o Instagram senza pubblicità.

Ma se Google interverrà nel sistema operativo Android privacy simili a quelli che Apple ha già introdotto in iOS, allora il business pubblicitario Meta potrebbe letteralmente crollare e le carte in tavola potrebbero cambiare molto.

Tracciamento dell’app per la trasparenza

Meta ha un fatturato medio annuo di circa $ 120 miliardi, ma di conseguenza le sue entrate potrebbero crollare misure tecniche di protezione dei dati introdotto da Apple e potrebbe essere imitato da Google.

Nell’aprile 2021, Apple ha lanciato la nuova funzionalità con iOS 14.5 Tracciamento dell’app per la trasparenza e da allora, le app per iPhone sono state costrette a chiedere esplicitamente all’utente se sono d’accordo tracciando i tuoi dati per scopi promozionali. Le app lo facevano senza chiedere il permesso.

Corrispondente giornale di Wall Street Questa misura costerà a Meta non meno di 10 miliardi di dollari nel 2022, poiché la maggior parte degli utenti non accetta il monitoraggio e di conseguenza la pubblicità su Facebook è molto meno personalizzata. Tuttavia, con meno dati disponibili, meno investitori sono disposti a risparmiare quanto vuole Meta.

Tutto questo è attualmente limitato al mondo Apple iOS, che rappresenta la media 20-25% del mercato totale (il resto sono smartphone Android). È chiaro che Meta potrebbe perdere più di un terzo delle sue entrate pubblicitarie annuali se una funzionalità del genere arrivasse anche su Android.

.

Leave a Comment