close
close

fissa Barella, è un avvertimento

Uno sguardo che dice più di mille parole. Il dialogo “senza parole” tra Leao e Barella è un’istantanea di come sarà la partita portoghese. Succede tutto dopo gli applausi nerazzurri, eloquente la ricostruzione delle immagini di DAZN.

Lo sguardo dell'attaccante milanista sul centrocampista dell'Inter.

Lo sguardo dell’attaccante milanista sul centrocampista dell’Inter.

Un cenno. Atteggiamento. espressione facciale. Vista fissa dell’avversario che, fino a poco tempo fa, tifava all’angolo rossonero. E poi questa faccia che dice più di mille parole. Informazioni sulla serie: ora ti mostrerò perché non è ancora finita. Protagonisti dell’episodio compagno di derby Milan-Inter sono BrozovicCompagni di squadra, avversari che protestano per questo atteggiamento esagerato, aringa e questo gesto eloquente (“silenzio, pensa a giocare…” dice ai giocatori) di Rafael Leao.

Il portoghese osserva in silenzio. Usa l’occasione. Il sangue gli ribolle nelle vene, ha del fuoco dentro di sé, ma non si lascia trasportare. Si morde la lingua e cerca vendetta. Ce l’avrà e lo farà a modo suo con una doppietta tanto determinante per il risultato quanto le parate di Maignan.

Nella ricostruzione delle immagini di DAZN spicca l'atteggiamento di Leao nei confronti di Barella dopo il gol dell'Inter e per la discutibile esultanza dei nerazzurri sotto la curva dei milanisti.

Nella ricostruzione delle immagini di DAZN spicca l’atteggiamento di Leao nei confronti di Barella dopo il gol dell’Inter e per la discutibile esultanza dei nerazzurri sotto la curva dei milanisti.

Si ferma in mezzo al campo per riprendere il gioco, vede Barella sfilare davanti a lui e lo guarda storto. Non gli piaceva questo “teatro”. Il centrocampista dell’Inter sembra quasi giustificarsi: allargate le braccia, cosa ha mai fatto di male? E Leao si lascia sfuggire, ma se è segnato. tienilo d’occhio. E non lo lascerà scappare.

L’Inter alza la testa e manda un messaggio al Milan per il derby: Cremonese battuta 3-1

Il croato, che urla e ondeggia davanti ai tifosi avversari, è risentito da lui come dagli altri giocatori. Il filmato mostra anche alcuni giocatori nerazzurri che fanno cenno alla panchina del Milan e si alzano per protestare contro l’atteggiamento. Ma anche questo fa parte del folklore di un gioco così importante, speciale, atteso. Come la bravura di Tonali, che durante la partita lancia un secondo pallone in campo, anche questo fa parte degli accessori di una partita scoppiettante, caratterizzata da una bella folla di spettatori e 5 reti.

Nelle immagini e nella ricostruzione mostrata in esclusiva da DAZN, l’episodio cattura l’attenzione del giornalista a bordo campo e viene citato come un momento cardine, una finestra spalancata per un diverso tipo di match da vedere poco dopo. Funge da spartiacque rispetto a ciò che accadrà da questo momento in poi. Scatena ed estrae due reti finemente lavorate dal suo repertorio di accelerazioni improvvise e colpi brucianti.

Il racconto di Leao dopo la doppietta nel derby contro l'Inter.

Il racconto di Leao dopo la doppietta nel derby contro l’Inter.

Il San Siro dei rossoneri è d’estate, esplode di gioia. E alla fine del gioco, Leao completerà l’opera postando una storia su Instagram che, se la leggete adesso, a pochi giorni da quella magica serata per lui, quasi conferma la sua rivincita. “Le risposte arrivano sempre in campo”, scrive a margine della foto, che lo mostra euforico per quelle prestazioni che valgono molto di più dei tre punti intascati dal Milan. Perché il derby non è una partita normale. Perché Leao vuole (finalmente) essere stupito.

Leave a Comment