close
close

Gas ancora sotto (-14%). Von der Leyen “E’ ora di chiudere il prezzo”. Mosca: “Venderemo altrove”

Il prezzo del gas scende di nuovo e perde il 15% a 206 euro per megawattora. In pochi giorni i prezzi sono scesi di oltre 100 euro in un mercato ormai più determinato da evoluzioni geopolitiche e speculative rispetto ai normali meccanismi di domanda e offerta. Domani dovrebbero riprendere le consegne attraverso il gasdotto torrente nord 1 che collega le coste russe con quelle tedesche. Il gasdotto è stato chiuso per manutenzione dal 31 agosto. In estate gli scarichi sono stati notevolmente ridotti, e portato al 20% della capacitàper decisione di Mosca.

Questo incoraggia anche il calo dei prezzi riempiendo i negozi nei paesi europei, in particolare in Germania, hanno ormai raggiunto un buon livello di oltre l’80%. Inoltre sono attesi possibili interventi da parte dell’Unione Europea, una riforma del mercato elettrico e l’ipotesi di un cap sui prezzi del gas importato dalla Russia. “Credo fermamente che sia giunto il momento di limitare il prezzo del gas proveniente dai gasdotti russi in Europa”, ha affermato oggi il presidente della Commissione europea. Ursula von der Leyen. Questo pomeriggio i ministri delle finanze del Paesi del G7 e potrebbero anche annunciare un accordo per introdurre un tetto al prezzo del petrolio russo. I paesi dell’UE hanno deciso a Embargo sugli acquisti di greggio russo da dicembre del prossimo anno e prodotti raffinati da febbraio. “Se i paesi ostili impongono un tetto massimo alle risorse energetiche russe, Mosca fornirà petrolio solo ai paesi che si adattano alle condizioni di mercato”, ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov.

Sostieni ilfattoquotidiano.it
ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DAL TUO AIUTO.

Per noi i lettori sono gli unici maestri.
Ma chi ci segue deve contribuire perché, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu sostenitore.
CLICCA QUI

Grazie molto
Pietro Gomez

Supporta ora

Pagamenti disponibili

articolo precedente

Zaporizhia, incertezze sulla missione Aiea: intanto gli Usa soffiano sul fuoco dei conflitti

prossimo

prossimo articolo

L’inflazione è in aumento e sono in gioco i salari: c’è tanto, troppo, da fare per riprendersi

prossimo

Leave a Comment