close
close

Giuntoli: “Il Napoli deve provare a vincerli tutti. C’era l’accordo tra Fabian e Navas. Ronaldo, Osimhen e Meret…”

Il ds del Napoli è stato ospite di Kiss Kiss Napoli TV: “Il mercato estivo? Non solo il merito mio, ma il club”.

Cristiano Giuntoli ha fatto un ottimo lavoro al mercato estivo. Tra gli altri, sono arrivati ​​al Napoli due giocatori che, pur non essendo molto conosciuti, fanno molto bene in Serie A: Kim e Kvaratskhelia. Poi molti altri. Il direttore sportivo della federazione campana ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Kiss Kiss Napoli TV: “Ho fatto un ottimo lavoro? Il merito non è solo mio, ma del Presidente e di tutto lo staff. Kvarachelia? Ci sono molte segnalazioni che prendiamo in considerazione. In passato facevano pagare molti soldi che non potevano essere spesi. Abbiamo aspettato lo scoppio della guerra, che ci ha dato un canale più favorevole. Abbiamo portato questo ragazzo a casa in fretta. È iniziata una nuova era a Napoli? Ci vuole sempre del tempo prima che le squadre di calcio si mescolino. L’allenatore ha bisogno di tempo, ci vuole un po’ di pazienza per massimizzare le qualità dei giocatori. È questa la squadra che ho costruito? Non è Giuntolis Napoli, è De Laurentiis, Spalletti, Giuntolis Napoli e tutti quelli che lavorano con noi. Non è facile scansionare un roster fino all’osso e poi integrare i giocatori. Non mi interessa quando sento cose, mi interessa solo che il Napoli sia ad alto livello..

Ogni giocatore ha la sua storia, non sai cosa c’è dietro ogni giocatore: richieste, estensioni e altro. Sono qui da 8 anni. Come sta Osimhen? Ha un po’ di fastidio nella zona degli adduttori, non c’è infortunio, deciderà con il medico poche ore prima della partita del Liverpool, vedremo se è lecito rischiare o meno. semplice? Ci siamo sempre concentrati su di lui, ma ha sempre avuto molti infortuni. L’anno scorso ha fatto due pause e perso 40 giornate, ad Ancelotti ha sempre giocato nell’undici titolare, poi Ospina si è affermato per il gioco da dietro. Per noi è un giocatore importante. E allora? Ci siamo trovati in Primavera con quattro giocatori di Deadline, Koulibaly, Fabian, Ounas e Meret. Siamo arrivati ​​a un punto in cui hanno dovuto essere rinnovati o venduti. Dato che avevamo un ottimo rapporto con il PSG che cercava un giocatore con le qualità di Fabian, abbiamo fatto una sorta di accordo per aiutarci a vicenda, gli abbiamo dato Fabian e loro ci avrebbero aiutato con Navas. Ma poi ci siamo resi conto che Navas non poteva più venire per un errore al club francese, ma siamo stati bravi a vendere Fabian noi stessi. Ristrutturazione? La pm ci diceva sempre di vedere chi portare al Napoli, ora che ha la proprietà non credo ci saranno problemi. Quando tornerà dalle vacanze ci sediamo e gli parleremo”.

“La proposta di Cristiano Ronaldo? Brutto cancellare i sogni dei tifosi, non c’è mai stata una vera trattativa. Nessuno mette in dubbio le qualità del portoghese, ma noi restiamo fedeli ai nostri giocatori. Dove può andare questo Napoli? Il Napoli non può segnare”. dobbiamo cercare di vincere in tutte le partite, possiamo essere competitivi contro tutti, il tempo lo dirà.

“Meret? È sicuramente il migliore degli ultimi anni, contro la Lazio ha fatto una grande parata di testa. Ha grande flessibilità e riesce a coprire bene la porta. Con il Napoli ha già giocato più di 100 partite e non è un caso”. “.

“Napoli-Liverpool? Partita molto difficile ma lo sarà sicuramente anche per loro. Ndombele ancora al top? Di certo è un po’ fuori gara, ha grandi qualità ma sta ancora faticando perché gli manca la partita”. L’allenatore deve essere bravo a rimetterlo in forma. Lo abbiamo curato qualche anno fa, quindi conosciamo già il suo ambiente. Secondo me in questo momento è più adatto a giocare nel 4-3-3. C’è una politica di restituzione? alto, ma ce l’abbiamo.

“Raspadori? Volevamo un giocatore italiano con le sue qualità, la sua grande voglia di venire al Napoli ci ha favorito. È l’anno di Zielinski? Ci auguriamo di sì, l’anno scorso non ha giocato bene, quest’anno ha iniziato col piede giusto. Lui può ricoprire più ruoli. Raspadori centravanti? Penso che possa. È più facile parlare con Spalletti o De Laurentiis? Ho un ottimo rapporto con la famiglia De Laurentiis, sono molto felice. Il rapporto con Luciano è un connazionale Meiner parla come me ed è venuto prima al torneo di quartiere Mi trovo molto bene con lui Quale squadra mi sorprende L’Inter ha giocato contro Lukaku Il Milan è fortissimo La Roma ha fatto un grande trasferimento Il condominio è aperto Ho difficoltà a identificare una squadra specifica. il mio contratto scade nel 2024? Zero (ride, ndr)!”

“I cori razzisti verso i napoletani? Napoli è una città eccezionale, è un centro calcistico senza controindicazioni, la pressione ci fa sentire vivi. Più ci tengono gli altri, più dobbiamo diventare forti. Dopo 8 anni mi sento anche napoletano e io sono orgogliosi, significa che ci temono”.

Leave a Comment