close
close

“Ho smesso di contare i punti che mi separano da Verstappen”

Il monegasco della Ferrari parla del Mondiale: “Realisticamente è molto dura”. Sainz ottimista: “In Olanda saremo più vicini alle Red Bulls”

Dopo la delusione di termeper il Ferrari e per Charles Leclerc È tempo di sfidare Verstappen A casa: va avanti GP d’Olanda. Il monegasco ora sembra però più concentrato sui weekend individuali rispetto al Mondiale: “Non so quanti punti ci sono tra me e Max, ho smesso di contarli ma sono tanti. Penseremo gara per gara .” ma realisticamente è molto difficile”. Più ottimista però Carlo Sainz: “A Zandvoort saremo più vicini alle Red Bull”.

Sesto posto in Belgio, abbinato alla vittoria di Max Verstappenha peggiorato la situazione in classifica di Charles Leclercche sembra aver finalmente rinunciato alla speranza di vittoria Mondo di Formula 1. Otto gare prima della fine, sono 98 i punti che separano il pilota dal toro rosso dal monegasco der Ferrariche non guarda più al distacco dal campione del mondo in carica, inoltre, l’ospite ha dato domenica GP d’Olanda. “Non so quanti punti mi separano da Max – dice Leclerc in conferenza stampa – Ho perso il conto ma sono tanti. Cercheremo di ottenere il meglio gara dopo gara, ma se devo essere realistico è estremamente complicato”.

Un post che però non gli dà diritto a farlo Ferrari smettere di voler essere il migliore: “C’è ancora tanto per cui lottare, come il titolo costruttori. E ovviamente voglio arrivare il più in alto possibile nel mondiale”. Per termedifatti, Leclerc è scivolato al terzo posto nella classifica piloti, superato dall’altro pilota, il toro rosso Sergio Perez. L’obiettivo è il gradino più alto del podio, a partire dalla gara di casa Verstappen: “In generale, continuerò a spingere fino alla fine. Possiamo vincere qui, sarà bello: i tifosi olandesi sono molto appassionati”.

Più ottimista, però Carlo Sainz: “Torneremo al livello che avevamo prima della pausa. Stiamo imparando molto gara dopo gara, da parte mia penso che il team abbia prodotto una macchina molto forte, quello era l’obiettivo, essere davanti e lottare per le “posizioni di partenza. Quelle sono cose in cui stiamo migliorando e Abbiamo una squadra calma e solida e questo ci permetterà di fare un altro passo avanti per lottare per le gare individuali e magari per il titolo”.

Insomma, l’obiettivo è dimostrare quel distacco dal toro rosso non eguaglia quello registrato in Belgio: “Possiamo imparare qualcosa da un weekend difficile come quello di Spa: è la prova di come un weekend sbagliato possa cambiare gli ascolti. In tutte queste gare siamo sempre stati vicini, spero non lo faremo mai ancora una volta vediamo un divario grande quanto la Red Bull. Possiamo lottare per la pole e la vittoria su questa pista”.

Leave a Comment