close
close

I dieci abiti da sposa più iconici della storia

Ricordo l’estenuante prova di un amico Scegli l’abito bianco per il fatidico giorno: ore e ore per scegliere il modello, in gran parte saltando le pause pranzo per accomodarsi in pizzo per decidere se Treno sì o treno nocucire qui e sbrogliare là.

L’abito da sposa resta il sogno di molti, con quel fascino che abbraccia epoche e stili che non so quale fiaba turba la distanza anche dei più cinici. Se stai per fare il grande passo (o, come nel mio caso, sei l’amico toccato dai suggerimenti di stile subdoli), dai un’occhiata a questi Matrimoni di celebrità. Chiaro; Probabilmente non avremmo lo stesso budget di attrici, modelle, reali e first lady, ma potremmo almeno trarre ispirazione. C’è molto materiale: da chi ha scelto l’abito da sposa più semplice del mondo (Carolyn Bessette)a coloro che non si sono arresi Il conforto dei ballerini (Keira Knightley)oltre coloro che hanno osato Scollo Abissale (Bianca Jagger) anche nel giorno più importante di tutti. Breve viaggio tra le bellezze in bianco (ma anche in rosa chiaro) entra nella leggenda, detta anche la gli abiti da sposa più iconici sempre indossato dalle celebrità.

Pubblicità – Leggi sotto

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Indovinare chi ha realizzato il secondo abito da sposa di Audrey Hepburn non è difficile. Per il matrimonio con lo psichiatra italiano Andrea Dotti, l’attrice statunitense ha preferito il rosa pallido al bianco, e Hubert de Givenchy, amico e costumista dei suoi personaggi più famosi, l’ha soddisfatta. Nell’abito corto a collo alto tutto era: lo stile sofisticato e spensierato di Hepburn, lo spirito degli anni Sessanta, che accorciava e sintetizzava i volumi. Una lezione di matrimonio che ha fatto la storia.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Non ci si poteva certo aspettare che indossasse una banale corona traboccante di tulle. Fedele al suo stile, Kate Moss ha fatto confezionare per il giorno del suo matrimonio il suo fidanzato John Galliano (che, tra l’altro, ha sfruttato l’attimo come riscatto stilistico dopo un periodo non proprio roseo) per il giorno del suo matrimonio che scivolava in un chiaro riferimento agli anni Venti. Indossato come un cappello basso, il velo era fissato ai lati dell’indumento con due fiori, mentre l’abito era un gioco di velature vintage tempestate di una miriade di paillettes argentate. Un po’ boho, un po’ rock, decisamente alternativo. In breve, a Kate.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Alternativo a suo modo era anche uno degli abiti bianchi più copiati degli ultimi anni: l’abito creato da Sarah Burton per il matrimonio reale di Kate e William era un maestoso mix di antico savoir-faire e contemporaneo. Aveva un corpetto a doppio pizzo in raso e seta cucito con una tecnica chiamata “carrickmacross”, un’arte antica che risale al 1820. Anche la gonna, drappeggiata in pizzo Cluny, era un chiaro riferimento vittoriano, anch’essa controbilanciava la modernità con il bustino, che, pur coprendo spalle e braccia, provocava vertigini al décolleté. Vero, ma assolutamente aggiornato.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Che coppia! Bello e sfortunato, lo stile di Carolyn Bessette e John Fitzgerald Kennedy Jr. rimane iconico oggi. Lei, ovviamente nelle pubblicità di Calvin Klein, era l’epitome del minimalismo degli anni ’90, lui, prima avvocato, poi giornalista, girava per New York con un completo e un cappellino da baseball indossato al contrario. Aspettando un matrimonio grandioso, inviteresti invece 40 persone nella remota isola di Cumberland, in Georgia. Per celebrare l’occasione, Carolyn chiama a riferire un amico allora sconosciuto: Narciso Rodriguez. Per la futura signora Kennedy, la stilista ha ideato l’abito bianco per eccellenza, simbolo dello sforzo chic: un sottoveste in seta senza balze, senza balze, di una bellezza sublime al secondo.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Come una Cenerentola dei giorni nostri, Keira Knightley ha camminato lungo il corridoio con l’equilibrio furbo di qualcuno a cui non importa della solennità del grande giorno. Esclusa da tacchi e strascichi invadenti, l’attrice inglese ha indossato un paio di ballerine color cipria che si abbinavano perfettamente all’abito senza spalline e alla gonna a pieghe. Nonostante la speculazione che Knightley fosse un riciclatore di un vecchio vestito di Rodarte (che allora, che male farebbe?), l’intero ensemble è stato firmato da Karl Lagerfeld per Chanel. Per proteggersi dal sole della Provenza (luogo di nozze), i Ray-Ban scuri e via.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Foto che merita quasi solo una menzione per un certo Keith Richards, che è seduto dietro gli sposi e apparentemente molto annoiato, fumando una sigaretta con calma. Ma non è per questo che siamo qui, e l’abito bianco della signora Jagger ha contribuito molto al matrimonio più rock di sempre (insieme all’iconico chitarrista dei Rolling Stones). Era firmato da Yves Saint Laurent e aveva revers che lasciavano poco all’immaginazione. Vesti contro ogni forma di tradizionalismo del matrimonio e dei suoi accessori: cappello a tesa molto ampia e bracciale a fiori. Anni diversi, musica diversa.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

I due in uno. Per il matrimonio londinese (sì, ne aveva due, uno anche in Marocco) con James Cook, la modella e mondana Poppy Delevigne si è imbattuto in risparmi. È uno scherzo, ovviamente, perché l’abito – ricamato dappertutto con fiori e tulle impercettibile – era una creazione haute couture di Chanel. Perché perdere tempo a fare un vestito da ricevimento quando puoi semplicemente toglierti la gonna e rimanere in un vestito a trapezio?

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Coppia che non ha bisogno di presentazioni. L’ex Fluxus, nonché l’artista concettuale più famosa della storia, Yoko Ono sposa il suo John con calzini bianchi e scarpe da ginnastica. Il cappello a tesa larga sopra i suoi lunghi capelli neri la rendeva la quintessenza della sposa hippie. Nessun designer famoso qui, nessun abito ultra-chic per il ricevimento. Solo la Rocca di Gibilterra a fare da sfondo agli sposi novelli, che tengono in mano il certificato di matrimonio come qualsiasi altro biglietto della lotteria.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Se vai al matrimonio in bicicletta invece che in auto d’epoca, l’abito deve adattarsi. È quello che deve aver pensato Solange Knowles mentre girava per le strade di New Orleans nel 2014 con un abito immacolato disegnato da Stephane Rolland. Look da sposa non convenzionale con un tocco sexy garantito da una profonda scollatura.

I dieci abiti da sposa più iconici di tutti i tempi

Si chiude con l’abito da sposa più citato di tutti i tempi (ha persino una sua pagina Wikipedia). L’abito da sposa di Grace Kelly, disegnato dalla costumista della MGM Helene Rose, per il suo matrimonio con il principe Ranieri III. di Monaco è stato un vero capolavoro di couture. Una celebrazione di perle e merletti che ha lasciato il posto a un numero cospicuo di imitazioni da sposa (come Kate Middleton). Ma nessuno era più come Grace: discreto, elegante e sofisticato. La sposa delle spose, sempre e per sempre.

Pubblicità – Leggi sotto

Leave a Comment