close
close

I reggiseni ora sono anche “T-shirt”.

Qualche settimana fa, l’attrice e regista Olivia Wilde è arrivata alla Mostra del Cinema di Venezia in un elegante tailleur di Chanel con una giacca aperta e solo un reggiseno nero sotto. Lo stesso giorno è stata fotografata anche la collega Florence Pugh con un completo viola di Valentino composto da pantaloncini, una camicia aperta e solo una cravatta sottile che le copriva il seno. La coppia è stata tra le figure più attese e di cui si è parlato al festival di quest’anno a causa di una trama di gossip che è andata avanti per tutta l’estate e le loro scelte di stile non sono state certamente lasciate al caso.

Dopo un periodo durante i primi lockdown in cui la fine del reggiseno sembrava vicina, negli ultimi mesi questo tipo di intimo è diventato più diffuso come top, sottogiacca e camicie aperte anche senza niente addosso. È stata una delle tendenze più ovvie della settimana della moda appena accaduta a New York, ma è prevalente anche al di fuori dei circoli dell’intrattenimento e della moda di lusso. Ci sono varie ipotesi sulla sua origine e sul perché sia ​​così popolare.

Come la giornale di Wall Streetquello che vedi sulle celebrità non sono quasi mai reggiseni, ma “capi che sono stati pensati appositamente come top da sfoggiare e hanno più struttura e sostanza della lingerie o del tipico reggiseno a triangolo”. Tuttavia, a prima vista la differenza è spesso minima, soprattutto con l’ampia varietà di modelli di reggiseno disponibili sul mercato. E ci sono anche reggiseni di tutti i tipi: alcuni giocano con i lacci e le spalline come i costumi da bagno, altri sono fatti di semplici cravatte, alcuni sono top sportivi e altri ancora hanno pizzi e ferretti che ricordano da vicino l’intimo.

Inoltre, uno dei motivi per cui ha avuto così tanto successo è probabilmente il fatto che la soluzione “reggiseno come camicia” è una soluzione molto più accessibile e “democratica” di quanto potrebbe sembrare. Infatti i reggiseni così utilizzati vengono spesso abbinati a giacche o camicie di grandi taglie che ricoprono le parti scoperte creando un effetto rilassato e confortevole, oppure a jeans, pantaloni e gonne a vita alta che quindi nascondono l’ombelico e lasciano solo un piccolo Una parte dell’addome è nuda. È un modo per giocare con la nudità senza sentirsi troppo esposti.

Come sempre, non è facile ricostruire quando e come ebbe inizio. L’autunno scorso Moda Ha descritto il “reggiseno come una camicia” come una “micro tendenza” emersa dalla pandemia. In effetti, molti stilisti di alta moda avevano iniziato a proporre piccoli capi opachi per soddisfare il desiderio di sentirsi di nuovo mondani e sensuali dopo mesi a casa. Era il momento del top in maglia di Jaquemus, cortissimo e chiuso davanti con un filo, poi a febbraio il top corto (top corti) di MiuMiu con camicie e maglie tagliate appena sotto il seno hanno riscosso molto successo.

Alcuni ipotizzano che sia stata l’eccentrica attrice Julia Fox a rendere popolare l’uso dei reggiseni come top, che ha parlato molto di se stessa e delle sue scelte di stile nell’ultimo anno e che indossa quasi sempre top che lasciano gran parte della pancia nuda.

Ma vai ancora più indietro giornale di Wall Street ricostruisce che l’attrice Katie Holmes è stata fotografata e filmata da riviste di moda nel 2019 mentre indossava un reggiseno in cashmere del marchio Khaite sotto un maglione aperto. L’indumento andò esaurito in men che non si dica e Holmes lo aveva raccontato in un’intervista a rivista di stile che questo era stato per lei un grande momento di visibilità inaspettata.

Quest’anno, la stessa idea è stata ripresa da altre celebrità come le modelle Emily Ratajkowski e Bella Hadid e l’attrice Kristen Stewart Il taglio Ha scritto che forse uno dei più grandi “vincitori” del 2019 sono stati i reggiseni, “che hanno trasceso totalmente la loro funzionalità per diventare un capo di abbigliamento completamente diverso: le t-shirt”. Più recentemente, ad esempio, altre famose attrici hanno indossato i reggiseni in questo modo Zoe Kravitz, Kai Gerber e Gwyneth Paltrow.

Gwyneth Paltrow a un evento per il suo marchio Goop (Bryan Bedder / Getty Images per Goop)

Quella che forse è la capostipite del “reggiseno come camicia” è l’attrice americana Zendaya, oggi una delle più famose al mondo, ma che ha presentato il suo primo reggiseno (nuda) su un red carpet quando era ancora molto sconosciuta : ai Billboard Music Awards 2016. Da lì, l’ha rilanciata – una fusciacca rossa coordinata con la gonna di Vera Wang – più recentemente ai CFDA Awards, i premi assegnati a figure che si sono distinte nel campo della moda, z non sorprende, il premio come icona della moda dell’anno.

Zendaya ai CFDA Fashion Awards (Dimitrios Kambouris/Getty Images)

Un articolo di Bazar di Harper Tuttavia, fa notare che la combinazione reggiseno e giacca è molto più vecchia di quanto sembri: l’attrice e modella Brooke Shields l’ha indossata alla presentazione del film. Per rimanere in vita 1983 e Madonna nel video di Moda Anni ’90 (anche se il suo avrebbe potuto essere più simile a un corpetto). La cantautrice e produttrice cinematografica Jody Watley si è vestita così nella foto di copertina dell’album questioni di cuore dal 1991 ne ha fatto il suo marchio di fabbrica.

La New York Fashion Week, che si è appena conclusa, è stata ricca di reggiseni e brand molto diversi tra loro: da Tom Ford a Michael Kors, che solitamente è una delle maison meno interessate a seguire le ultime tendenze. Quella giornale di Wall Street Ha scritto che tra gli spettacoli e le prime file del pubblico c’era sempre “almeno una donna in reggiseno”. In linea con se stessa e la moda del momento, Julia Fox è apparsa in una delle sfilate indossando solo una striscia di quello che sembrava essere un nastro metallico come top.

Leave a Comment