close
close

In Norvegia i clienti Tesla fanno lo sciopero della fame contro Elon Musk – Corriere.it

Apparentemente infastidito dalla scarsa qualità costruttiva, un gruppo di proprietari di Tesla voleva attirare l’attenzione di Elon Musk in questo modo.

Quella sciopero della fame di solito è associato ad esso nobili cause e, senza disturbare il Mahatma Gandhi, anche in tempi moderni, gli attivisti che hanno scelto di farlo forma estrema di protesta Lo hanno fatto per sensibilizzare l’opinione pubblica al riguardo Argomenti di grande impatto.
Non è il caso di un gruppo di Proprietari norvegesi di Teslache ha scelto un a fine agosto Veloce 24 orecerca in questo modo attirare l’attenzione dei media e farli conoscere insoddisfattoo su alcuni proprietà del veicolo il marchio statunitense.

Scarsa qualità costruttiva alla base della protesta

Il gruppo ha fatto lo sciopero della fame per dare voce numerose denunce dai proprietari di Tesla, incluso Difficoltà a partire al freddo e porte bloccate dal ghiaccio (problemi oggettivamente tipici dei paesi nordici), ma anche problemi più generali vanno da rigonfiamento dei coprisedili e Entrata d’acqua nel bagagliaio Fino a’Ingiallimento dei bordi del touchscreen a bordo. Reclami che, a prima vista, non appartengono a quelli che possono scuotere una nazione.

Anche il servizio clienti è sotto attacco

La protesta si è poi diffusa, con altri clienti Tesla che si sono lamentati Problemi durante la fase di caricamentouno durata della batteria più breve rispetto a quanto promesso e il nuove stazioni di ricarica il non sono compatibili sui modelli più vecchi, carica a vita nonostante lo slogan. là scintilla Quello che ha dato fuoco alle teste (e per fortuna non alle auto, visti i vari casi registrati negli anni) sembra essere stato mancanza di aiuto ottenuti in officine autorizzate e uno specifico in fuga dal servizio clienti TeslaÈ accusato di aver forzato lunghi tempi di attesa al telefono o di non rispondere affatto.

Un appello a Elon Musk

Norvegia uno dei paesi al mondo che ha abbracciato con più convinzione il passaggio ai veicoli elettrici e, come sottolinea il gruppo di protesta, appartiene alla sua gente più Tesla pro capite di chiunque altro al mondo. Erlen Mrc, l’annunciatore (che attualmente non possiede una Tesla) ne ha avviata una ultimatum Al fondatore della casa automobilistica: ora che lo sciopero è finito, spero che Tesla stia ascoltando… nel suo stesso interesse, perché se troppe persone hanno questi problemi, altre case automobilistiche saranno pronte a prendere il loro posto.

La reazione su Twitter

I proprietari di 17 Tesla, che ha composto la parola Aiuto nelle foto pubblicate su Twitter, anche se altri sembrano essersi fatti avanti per sostenere la loro protesta. Tuttavia, non è chiaro se l’evento abbia effettivamente attirato l’attenzione Elon Musk oppure è stata solo una coincidenza, fatto sta che il CEO di Tesla ha twittatoil giorno in cui finì lo sciopero della fame, esaltare i benefici del digiuno intermittentesveglia ilindignazione dal signor Mrc, ma probabilmente strappando una risata a tutti in questo reciproco Hanno visto segni evidenti di futilità.

1 settembre 2022 (modifica 1 settembre 2022 | 17:11)

Leave a Comment