close
close

Inter, i retroscena di PSG e Skriniar: ammonito il visto per la tournée in Giappone | Prima pagina

Lo volevano a tutti i costi e non vedevano l’ora di portarlo a Parigi. Così sicuro di averlo A suo nome è stato richiesto un visto per il tour estivo in Giappone.
È l’ultimo, curioso sfondo del lungo corteggiamento condotto da Parigi St Germain opposta a dell’Inter e da Milano Skriniar. Un corteggiamento durato fino alle ultime ore di mercato estivo, con un esito infruttuoso e la smentita di tutti i pronostici.

Perché ciò si è rivelato molto probabile a lungo termine Il club nerazzurro si è fatto convincere dai milioni del PSG e il difensore centrale slovacco capitolò. E praticamente un dato di fatto sono stati i tecnici e i dirigenti del club francese, come si è saputo questa mattina dalla squadra essi volevano Fornisci l’allenatore di Skriniar Christophe Galtier per il tour, tenutosi in Estremo Oriente lo scorso luglio (QUI). Una spedizione che sembra aver raggiunto importanti traguardi tra sport e marketing (OMS). Ma non è andata bene come sperava l’allenatore, perché i rapporti richiesti non sono stati resi disponibili.

Nel testo pubblicato dal quotidiano sportivo francese Si discute dello stato delle relazioni interne della triade che governa il PSG: il presidente Nasser Al-Kehlaïfi, il direttore sportivo Luis Campos e il market manager Antero Henrique. In particolare, i rapporti tra Campos e Henrique, entrambi portoghesi, sarebbero stati particolarmente tesi. Al secondo è stata affidata la missione di inserire i calciatori inseriti nella lunga lista dei licenziamenti e di cercare di incassare 150 milioni di euro. Missione complicata e realizzata solo in parte, non c’era molto altro da aspettarsi. Il PSG è un acquirente molto forte, ma quando si tratta di vendite fatica a raggiungere grandi numeri.

Questi 150 milioni di euro dovrebbero finanziare anche l’acquisizione di Skriniar. Ma non sono arrivati ​​e ora è sorto un treno di tensione, con Henrique preso di mira da Campos e dal suo alleato Galtier. E tra i tanti motivi di perplessità ci sono le cessioni di Leandro Paredes alla Juventus e Julian Draxler al Benfica. due squadre che saranno avversarie del PSG nel girone di Champions League. Il timore che Antero Henrique abbia rafforzato la concorrenza, oltre a mancare gli obiettivi richiesti, aggiunge l’insoddisfazione all’insoddisfazione. Tspetterà ad Al-Kehlaïfi disinnescare il conflitto strisciante.

Leave a Comment