close
close

“Juve alle corde, dovevamo approfittarne”

Le parole del tecnico viola dopo il pareggio alla Juve: “Dovevamo spingere e fare gol, travolti dal nostro pubblico”

Vincenzo Italiano goditi la sua esibizione Firenzema non nasconde l’amarezza di non riuscire ad entrare in possesso dei tre punti juventino: “Sono tra la rabbia e il dispiacere, ci sono state troppe situazioni in cui avremmo dovuto sfruttare le difficoltà di un avversario alle corde – le sue parole a riguardo dazn -. Abbiamo dovuto forzare, andare in area di rigore con tanti uomini, abbiamo dovuto segnare gol trascinati dal nostro pubblico. Le prestazioni rimangono, il che va bene. Spero di farne molti altri fino alla fine. Lasciamo alcune macchie sulla strada, speriamo di ritrovarle presto.

L’italiano poi ne parlò Jovicche cerca la condizione migliore: “Dimenticavo che abbiamo sbagliato anche un rigore, gli sarebbe stato utile perché agli attaccanti basta una situazione del genere, un rimbalzo, un tocco… Lo farà. Viviamo con le altezze e profondità, ma lo aspettiamo. Mi dispiace finché continuerai ad avere l’atteggiamento di un campione che vuole rivedersi”.

Bene lì corsia di destra: “Dodo sta crescendo molto, è crollato fisicamente e mentalmente dopo 8 mesi di inattività, ma nelle ultime settimane è esploso di nuovo. Kouame merita il suo posto da titolare anche se in questo si è un po’ adattato, anche Barak si sta adattando bene nonostante sia mancino, sono contento”.

Grande Spettacolo di Amrabat: “Ha avuto una crescita incredibile. All’inizio dell’anno scorso non pensava di poter stazionare in questa zona, invece cresce partita dopo partita, oggi quasi sbaglia un gran gol. Poi si ferma, apre il gioco… Ha forza, dinamismo, capacità di lettura… Sono molto contento, la sua storia è bellissima, voleva addirittura andarsene perché pensava di non poter far fronte a questo ruolo”.

Tra l’assenteismo, quello di Nico Gonzalez: “Parlano del pazzesco turnover degli italiani, ma la verità è che spesso sono costretto a cambiare perché ho costretto i giocatori a giocare partite molto intense e ravvicinate. Nico è malato, ha un problema al tallone, ieri si è allenato solo mezz’ora e ora abbiamo un’altra partita giovedì, poi sabato prossimo. Ci serve perché ha grandi qualità, spero di riaverlo il prima possibile.

Infine, un commento su uno Scambio di opinioni con i tifosi alle sue spalle durante la partita: “Ogni tanto mi diverto con le persone dietro di me, mi chiedevano perché ho spogliato Kouame, ma lui mi chiedeva di cambiarmi, non ce la faceva più… Era una tenda”.

Leave a Comment