close
close

Juve, Allegri ha tutto. Divertiamoci

La squadra è qui ora. A scorrere lo staff delle principali candidate al prossimo Scudetto – i due milanisti, i due romani, il Napoli – La Juventus sembra essere la più attrezzata e completa, al termine di un’intensa sessione di mercato in cui vendere era importante quanto acquistare. Max Allegri è stato contento, inoltre ha avuto i ‘giocatori pronti’ richiesti per ogni ruolo chiave ed è quindi logico che in poco tempo società e tifosi si aspettino una partita migliore con la Juve saldamente nelle prime posizioni (e io non parlo di spettacoli, certo, ma di punti) e mai più stupidi come quelli del Genoa.
Con il’Arrivo di Leandro Paredesil giocatore che avrebbe dovuto agire come direttore e distributore di palla nei piani riempirà questo spazio fisico tra centrocampo e attacco, a patto di non rinunciare alla classe e al dinamismo di Fabio Miretti, che Max ha identificato come maturo e pronto per il grande salto, senza bisogno di ulteriori test in Italia (vedi prestito). Bene, Cherubini ci ha portato a casa Arkadius Milicclassico centravanti che entra in gioco in pochi minuti, esce dalla panchina, coglie l’occasione e rilancia, sia da sostituto che scelto per integrare Dusan Vlahovic (a proposito, hai visto quelle punizioni, mi chiedo perché non le abbia lanciate anche l’anno scorso… problemi di gerarchia). Quanto a Filip Kostic potrebbe giocare più indietro – ma in un’ipotetica difesa 5v5 che non piace ad Allegri – visti i pochi cambi nel ruolo di terzino sinistro. Tutto sommato, Adrien Rabiot è rimasto in salute ed è apparso rinfrescato negli ultimi giochi. Basta non chiedergli di fare quello che non può, il regista, e inquadrare la porta, accanto a Miretti (o Paredes) giocano meglio lui e Locatelli. L’aspetto più positivo viene sicuramente da sicurezza della difesa (un solo gol subito) nonostante l’assenza di Bonucci, con Bremer molto fiducioso, Gatti ottimo rinforzo e Perin in grande forma a sostituire il titolare. E non ho citato Di Maria, che può attaccare ovunque, nell’attesa ancora lunga di Chiesa e Pogba. Anche senza i due fuoriclasse, la Juve è già competitiva, la rosa tradizionale. Penso che molti allenatori vorrebbero avere i problemi di Allegri. È quindi logico aspettarsi molto.

Real Juventus con Pogba e Chiesa

Guarda il video

Real Juventus con Pogba e Chiesa

Iscriviti al Campionato Fantasy Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Leave a Comment