close
close

la decisione ufficiale del serbo

Lo ha recentemente annunciato il capitano della squadra in un’intervista. Novak Djokovic ha deciso di non partecipare alla fase a gironi di Coppa Davis e non ha aiutato la sua Serbia nel compito di qualificarsi alle semifinali.

Brutte notizie per la squadra rappresentata da Viktor Troicki, che deve sfidare Spagna, Canada e Corea senza poter fornire il miglior tennista del Paese. L’ex numero uno del mondo non sarà presente al grande evento di Valencia per “motivi personali” non ancora specificati.

Un duro colpo per la squadra serba, che potrebbe pesare molto in termini di qualificazione vista la difficoltà di battere squadre ben attrezzate e molto competitive come spagnola e canadese. Troicki, che ha rilasciato interessanti dichiarazioni a Sportski žurnal, ha sottolineato: “Ha dato innumerevoli volte il suo importante contributo alla nazionale, ma questa volta non può.

Quando arriveremo a Malaga si unirà a noi”, le parole riportate anche da Sasa Ozmo attraverso il suo canale Twitter.

Il rientro in campo è stato posticipato

Dal 13 al 18 settembre il 35enne belgradese non sarà protagonista nella competizione a squadre riservata alle migliori nazioni (tranne la Russia per le vicende legate alla guerra in Ucraina).

Il suo ritorno ufficiale sul Circuito Maggiore è previsto il 26 settembre a Tel Aviv per un ATP 250. L’obiettivo di Nole sarà quello di giocare alcuni tornei sul cemento e difendere il titolo vinto a Parigi-Bercy nel 2021.

Con quei punti potrebbe impegnarsi ad accedere alle Nitto ATP Finals, visto che gli basta finire tra i primi 20 della classifica “Race” solo grazie al trionfo a Wimbledon in questa stagione 2022: per la sua decisione di non farlo da solo Sottoposto alla vaccinazione, non ha potuto giocare e provare a vincere gli Australian Open e gli US Open.

Da valutare le sue condizioni fisiche, dopo una lunga sosta forzata per non aver disputato nessuna gara del Tour americano.

Leave a Comment