close
close

la gara in diretta. Hamilton in testa, poi Russell dopo i pit stop di Verstappen e Leclerc-Corriere.it

fuori Daniele Sparisci, inviato a Zandvoort e Sport Editorial

L’olandese Red Bull parte prima di tutti nella gara di casa. Le Ferrari di Leclerc e Sainz cercano di rovinare la festa

GP d’Olanda, quindicesima gara in calendario. La Ferrari è alla disperata ricerca di una rimonta nella Classifica Generale (OMS). Ecco la diretta della gara.

15:32 – 24° giro/72 Hamilton e Russell

I piloti Mercedes, che hanno iniziato nella divisione dei pesi medi, non staccano comunque, Hamilton ha un vantaggio di 2”3 su Russell.

15:30 – 22° giro/72 Sainz viene esaminato

Nel caos del pit-stop, i meccanici Ferrari hanno lasciato una pistola per spostare troppo le gomme in mezzo alla corsia dei box e Perez (che si è anche fermato in quel momento) l’ha investita. I commissari hanno aperto un’indagine, il caso sarà esaminato dopo l’allerta. Lo spagnolo rischia un rigore e la squadra una multa.

15:16 – 20° giro/72 I primi 5 dopo i pit stop

Hamilton, Russell, Verstappen, Leclerc e Perez.

15:26 – Giro 19/72 fermata per Verstappen

Il pit stop di Verstappen in 3”4 non è stato velocissimo ma Max è tornato davanti a Leclerc.

15:15 – 18/72 giro pit stop Leclerc

Lo stop di Leclerc riesce in 2”5, il Monegasse torna in pista quarto dietro ad Hamilton e Russell, che non si sono ancora fermati.

15:23 – Giro 17/72 Distrutta la gara di Sainz

Al pit stop dello spagnolo una gomma non era pronta, posteriore sinistra. Un grave errore della Ferrari

15:11 – 14° giro/72 Disastroso pit stop per Sainz

Carlos Sainz richiamato ai box: la sosta lenta per un problema alle gomme. Un disastro per lo spagnolo, il pit stop è durato 12“7.

15:18 – 13° giro/72 Verstappen oltre 2” su Leclerc

Max ha alzato il ritmo e si è portato in vantaggio a 2”5, il pilota Ferrari non riesce a reagire. Inizierà una lunga battaglia tattica, il primo a rientrare ai box è stato Norris che è passato alle gomme gialle.

15:16 – 10° giro/72 Sainz sollevato

Sembra guidare un’auto Sainz diversa da Leclerc. Lo spagnolo a 5” da leader della corsa e sentendo la pressione di Hamilton, ormai vicino. Alonso supera Tsunoda e si porta all’11° posto.

15:14 – Giro 9/72 Leclerc non si arrende

Charles si ferma a meno di 2” da Verstappen, a cui hanno detto che Leclerc inizierà a premere nei prossimi giri.

15:12 – Round 8/72 i primi 10

Verstappen, Leclerc, Sainz, Hamilton, Perez, Russell, Norris, Stroll, Ocon e Schumacher.

15:11 – 7° giro/72 Verstappen non scende in pista

Finora l’olandese non ha dato il break, il vantaggio su Leclerc non supera mai i due secondi. Nel frattempo, Sainz deve guardarsi le spalle da Hamilton, che è molto forte.

15:08 – 5° giro/72 Verstappen allunga leggermente

Ora il vantaggio dell’olandese è 1“3 ma Leclerc sta cercando di migliorare e di portarsi in area di Drs

15:07 – Giro 4/72 I primi 5

Verstappen, Leclerc, Sainz, Hamilton e Perez

15:05 – Giro 2/72 Leclerc a Verstappen

Verstappen ha un vantaggio sotto il secondo posto davanti a Leclerc che potrebbe usare i Drs per attaccarlo nei prossimi giri. Dietro Sainz e Hamilton. Magnussen schiva, colpisce la barriera alla curva 2 e torna ultimo.

15:04 – 1° giro/72 Contatto tra Hamilton e Sainz

All’inizio del contatto tra Hamilton e Sainz, scattato dalla seconda fila, lo spagnolo è riuscito comunque a mantenere la terza posizione.

15:03 – Ci siamo!

Leclerc cerca di attaccare Verstappen, che reagisce. L’olandese precede Charles e Sainz.

14:59 – Inizio giro di formazione

Il giro di prova è iniziato ai box arancioni di Zandvoort, pista tornata in calendario lo scorso anno. La prima edizione è stata vinta da Verstappen.

14:52 – La scelta delle gomme

Verstappen, Leclerc e Sainz con i Reds, Hamilton ha scelto media come Russell, Norris e Schumacher. Perez con le morbide.

14:47 – Tutto è pronto per il lancio

La corsa dei tifosi arancioni è fortissima, Verstappen cercherà di eludere in partenza. Perez quinto sull’altra Red Bull e non riuscirà a stringergli la mano nella fase iniziale. La Ferrari potrà anche giocare la carta strategica. Il rischio di pioggia rimane basso, intorno al 20%.

14:39 – La variabile delle safety car

Zandvoort è il secondo circuito più corto del calendario dopo Monte Carlo e le curve sopraelevate mettono a dura prova le gomme anteriori. Sarà importante gestirli al meglio in previsione di una gara lunga e ricca di eventi. In Formula 2 la safety car è stata protagonista con tre ingressi. La gara è stata vinta dal brasiliano Drugovich, che ora ha in mente il titolo e forse anche un posto in Formula 1 (ad AlphaTauri se Gasly va all’Alpine).

14:35 – Dopo Zandvoort arriva Monza

Il GP d’Italia del prossimo fine settimana chiude la tripletta iniziata con il Belgio, con la F1 diretta a Singapore all’inizio di ottobre. La Ferrari vuole tornare a casa con una vittoria.

14:28 – Finiti i giri di riscaldamento, il barbecue

Dopo i giri preparatori, i conducenti hanno parcheggiato nei parcheggi. Ecco la griglia, saranno 72 giri.

14:23 – Il muro arancione per Verstappen

Fino a pochi giorni fa a Zandvoort sono state 305.000 le persone: Orange a perdita d’occhio sulle tribune, la bellissima coreografia. I tifosi nella tribuna centrale hanno composto un enorme tricolore olandese con le bandiere.

14:19 – Iniziati i giri di riscaldamento

Le singole uscite dai box per i giri di riscaldamento, saranno importanti anche per valutare la scelta delle gomme per la partenza. La strategia potrebbe svolgere un ruolo molto importante qui.

14:15 – Cielo nuvoloso

Dopo il sole mattutino e i giorni precedenti, il cielo sul Mare del Nord è stato coperto: il rischio pioggia resta basso, la temperatura di 23 C sull’asfalto a 33.

14:04 – Leclerc è pronto a recuperare

Charles ha guidato lo scooter elettrico fino al garage, accompagnato dall’allenatore Andrea Ferrari. Serve una buona partenza e poi vedremo, ha detto, tirare dalla prima fila alle spalle di Verstappen. Cercherò di sorpassarlo subito su una pista dove i sorpassi sono difficili. L’anno scorso Max è partito dal primo box e poi ha vinto davanti a Hamilton.

13:42 – Possibili strategie

Pirelli propone ai team l’opzione con due soste, la più veloce. Partenza con gomme morbide, pit stop tra 18 e 23 giri per passare alle gialle e un’altra sosta tra 43 e 49 giri per rimontare quelle centrali. L’alternativa, altrettanto rapida, è quella di fare rosso-giallo-rosso.

13:19 – La sfilata dei piloti sulle Porsche della polizia

Una delle curiosità di questo GP sono le auto della polizia olandese utilizzate per doppiare i piloti nella tradizionale parata dei piloti pre-gara. Per la maggior parte si tratta di Porsche 911 Targa ordinate dagli agenti arancioni tra il 1967 e il 1996. In effetti, negli anni ’60 non c’erano limiti di velocità nei Paesi Bassi e il problema della sicurezza stradale era ritenuto tale che le autorità furono pressate per avere bisogno di pattuglie molto veloci ma affidabili. La Rijkspolitie inizialmente utilizzò la 356 Cabriolet, poi la ampliò ad altri modelli: tra cui 914, 924, 967, per un totale di 507 vetture consegnate. Ma l’esempio più notevole (e più recente) è la 918 Spyder, un’hypercar da quasi 1 milione di euro acquistata cinque anni fa con il sostegno finanziario di un gruppo di collezionisti locali per celebrare la storica collaborazione tra le forze di polizia olandesi e Porsche. Felice di avere Fernando Alonso.

12:52 – Orari e TV

QUI la guida per seguire il GP d’Olanda in TV (in diretta e registrato in linguaggio semplice) e in streaming.

11:48 – Il Pass Ferrari

I tifosi rossi sperano che le Ferrari abbiano il passo giusto in gara per superare Verstappen, anche se non è facile sorpassare sul circuito di Zandvoort. Quindi il fattore decisivo sarà la partenza e poi la strategia, spesso nel mirino delle critiche.

10:41 – Qualifiche combattute

Non la Ferrari di Spa, ma nemmeno quella che ha dominato sabato all’inizio del campionato. Charles Leclerc è stato battuto da Max Verstappen di 21 millesimi in qualifica. (QUI la diretta delle qualifiche). Una rissa che ha entusiasmato eccessivamente il pubblico olandese: un tifoso ha sparato un fumogeno sulla pista e gli organizzatori hanno dovuto interrompere temporaneamente la lotta per la pole.

4 settembre 2022 (modifica 4 settembre 2022 | 15:34)

Leave a Comment