close
close

L’Atalanta ha sconfitto 3-2. Bianconeri in testa

TORINO – Gol e tante emozioni nel secondo anticipo della quarta giornata di primavera tra campionato juventino e Atalanta. La squadra di Montero (3-2) dopo un’incredibile altalena di situazioni. L’Atalanta si inserisce nel primo tempo muhamed, nella ripresa la Juve va incontro sul dischetto Turco e Huijsenla dea lo tira, ma poi è rimasto in dieci nel finale e subisce il gol del KO Valdesi. Da segnalare anche un rigore sbagliato dei bianconeri al 25′ della ripresa Strijdonck. Quindi la Juve festeggia e al momento è in testa alla classifica con 10, Atalanta ancora sul palo (quattro ko in altrettante partite).

La partita: Chiwisa sfiora la rete, Strijdonck colpisce il palo, Muhameti esonera

L’Atalanta parte meglio che con un bel dribbling, costringendo i bianconeri a scendere un po’ e strisciare nella propria metà campo. La prima azione degna di nota sono i nerazzurri, che si rendono pericolosi a 15 anni con una punizione velenosa Muhammadi per un angolo di rifiutato scala. La risposta della Juventus è ancora dal calcio da fermo: Ha un va alla tessera ma la trova Bertini pronto a parare nell’angolo. La Juve se ne accorge e al minuto 20′ Rouhi completa una bella triangolazione, che però finisce fuori dallo specchio della porta. La dea non c’è e distingue la voce grossa con grande diagonale Chivisa che arriva d’un fiato. I bianconeri restano fermi e al 38′ sfiorano la rete con Strijdonck, che prende la verga. Ma le emozioni non sono ancora finite, perché alla fine del primo tempo si inserisce l’Atalanta Muhammadi dopo un bel tiro dalla lunga distanza. La prima frazione si chiude con gli ospiti sotto porta.

Recupero del ritardo: la Juve fa i conti con Turco e Huijsen. La dea la riprende ma resta in dieci e Valdesi la punisce

Passano sei minuti e la Juve si rimette in sesto: Strijdonck accelera a destra e lo porta al centro per Turco che con una zampa sotto la porta non perdona e fa 1:1. Al 5′ passa e i bianconeri ribaltano Huijsen spallamento e intasamento sugli sviluppi di un corner. Tutto inedito per l’Atalanta, che non si arrende e ritrova lo stesso gol dopo una decina di minuti dopo un autogol Huijsen toccante quanto basta per ingannare il suo portiere: 2-2. La Juve infila e al 25′ subisce un rigore dopo aver toccato una mano Bertini nell’area. Tuttavia, dal piatto Strijdonk I calci alle stelle sprecano clamorosamente l’occasione del vantaggio. L’Atalanta al 38′ resta in dieci per l’espulsione Chivisa per doppio cartellino giallo, dopo un ingresso in ritardo Ha un. La Juve sfrutta l’uomo in più e al 43′ Valdesi da lontano sorprende il portiere dell’Atalanta Bertini e colpisce nel segno. Completamento 3-2.

Iscriviti al Campionato Fantasy Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Leave a Comment