close
close

Mercedes al vertice, Sainz all’inseguimento, disastro di Verstappen

Doppio successo per le Frecce d’Argento nella sessione di apertura del quindicesimo atto del Mondiale

Il miglior tempo di Giorgio Russel davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton nelle prime prove libere del Gran Premio d’Olanda. Solo 240 millesimi separano le due Mercedes. Per la terza volta il nuovo 28enne Carlos Sainz che chiude con 390 millesimi davanti alle McLaren di Lando Norris e Daniel Ricciardo. Sesto a 672 millesimi dalla vetta, Charles Leclerc davanti a Sergio Perez. La cauta partenza di Max Verstappen davanti al suo pubblico. I campioni d’Olanda hanno subito avuto problemi a trasferire la loro Red Bull: diciannovesimo e penultimo tempo per l’idolo di Zandvoort.

La prima passerella del campione del mondo davanti al suo pubblico entusiasta dura solo sette giri: L’RB18 contrassegnato dal numero uno tace lungo il percorso, lasciando la folla arancione senza parole. Problemi con il cambio ed enigmi sulla possibilità di penalità in caso di sostituzione del cambio. Ora in cima alla classifica è di colore argento con la migliore prestazione di Russell prima di Hamilton e solo quelli Sainz Ferrari – Terzo – per impedire agli Stoccarda di giocare a poker, dal momento che il motore integrato è della Mercedes dalla McLaren di Norris e Ricciardo che si impegnano, tra l’altro, a dare comunque alcune pennellate arancioni (più precisamente: papaia) nei quartieri alti del primo programma del fine settimana olandese. Dietro le McLaren c’è l’altra Ferrari di Leclerc (già a notevole distanza dalla vetta) e Red Bull… non te lo aspetteresti: ovviamente quella di Sergio Perez, autore della settima prestazione a 961 millesimi da Russell.

Continua l’ultimo dei primi dieci in classifica con l’ottavo e il nono tempo dei due alpini (Fernando Alonso prima di Esteban Ocon) e chiude con un’altra bella prestazione di Alexander Albon e williams. L’inglese di origine thailandese raccoglie un decimo esatto di Ocon e, curiosamente, ne rifila uno altrettanto tondo Michael Schumacher. Il tedesco, che ormai ha quasi portato a casa separatamente, batte Kevin Magnussen, che si è riconfermato: Lance Stroll (sedicesimo) si infila tra i due.

Notte fonda al via del quindicesimo weekend del mondiale per l’Alfa Romeo: Sedicesima e diciottesima presenze per Guanyu Zhou e Valtteri Bottas, con l’helot cinese che ora sta recuperando costantemente il ritardo con il compagno di squadra molto più esperto, almeno in allenamento. Tuttavia, entrambi sono a più di due secondi dal vantaggio.

Leave a Comment