close
close

Monza-Atalanta 0-2, Gasperini primo assoluto, Stroppa rischia – Corriere.it

fuori Monica Colombo

Rasmus Hojlund, in seconda presenza con l’Atalanta e primo dall’inizio, spinge la squadra di Gasperini in testa alla classifica. doppio guardiano Stroppa rischia ora

Atalanta in difficoltà, senza il centravanti, ha battuto il Monza dopo un primo tempo torbido e si è catapultata al primo posto in classifica. Da solo e si è concesso di guardare dall’alto in basso il Milan campione d’Italia e il Napoli della nuova stella Kvaratskhelia per due lunghezze. Non era mai successo prima nella sua storia dopo cinque partite di campionato. Solo nella stagione 1964/65 con Valcareggi in panchina aveva vissuto una tale frenesia, ma era solo la seconda giornata di campionato. “Il primato da solista è una ricompensa per questi giocatori e per i bergamaschi”, ha detto Gian Piero Gasperini, deus ex machina dei miracoli dell’Atalanta. “E’ un record importante, cerchiamo di mantenerlo il più a lungo possibile”, aggiunge il tecnico.

Giovanni Stroppa, invece, ultimo in classifica a zero punti dopo cinque contrasti, difesa da orrore con 13 gol subiti e solo due segnati, nega di volersi arrendere. “Rinunciare? Non credo di avere fiducia in questa società e andiamo avanti». Peccato che i responsabili stiano perdendo la pazienza: ieri Silvio Berlusconi è uscito dagli spalti mentre Adriano Galliani è scappato senza una parola dopo il fischio finale Ultima spiaggia per il tecnico brianzolo, il Lecce, domenica pomeriggio allo spareggio sicurezza in Salento: la decisione è stata presa ieri sera dai vertici, perplessi per il gioco ei risultati ottenuti dopo sedici nuovi innesti.

E dire che l’inizio della partita era stato una lotta per il Monza: al cospetto di un’Atalanta priva non solo di Zapata, che per un infortunio alla coscia sinistra, ma anche di Muriel, alle prese con un’infezione al ginocchio, i brianzoli Hanno creato due occasioni da rete netta al 1′ e al 4′, prima con Caprari e poi con Sensi, entrambi fermati da Musso in versione Marvel Hero.

I bergamaschi, che hanno scommesso sul giovane protagonista Rasmus Hojlund, 19 anni, danese, proveniente dallo Sturm Graz e pagante 17 milioni, arrivato a fine agosto, si sono dati battaglia per mettere in pericolo Di Gregorio.

La trasformazione in pausa: Zappacosta fuori e Soppy Moped dentro, che copre instancabilmente la banda, assicurando la superiorità numerica nella metà campo del Monza. Quindi Hojlund punta per primo, ma il tiro viene deviato sul palo da Pablo Marì, ma poi, su suggerimento di Lookman, segna dalla sinistra il suo primo gol in Serie A. Non male per il giovane, il sesto acquisto più costoso dell’Atalanta storia ed è considerato l’erede di Haaland.

Poi, a metà del secondo tempo, l’episodio conclusivo della partita. L’ormai irritante Ederson, con la complicità dello sventurato Marlon, serve un gustoso pallone dalla destra che Lookman restituisce a rete. L’Atalanta senza coppe sogna altre notti da prima di classe, notte invece cala sul Monza. Con le prime crepe che si aprono sulla panchina di Stroppa, diventa caccia a un possibile sostituto. riflessioni in corso.

5 settembre 2022 (modifica 5 settembre 2022 | 22:41)

Leave a Comment