close
close

Mostra del Cinema di Venezia, Rocio Munoz Morales travolto dalle critiche: “Non ha il curriculum per essere madrina”

Rocio Munoz Morales in attacco. Non gli piace la scelta della madrina di Venezia 79 e la polemica si accende.

Quella Mostra del Cinema di Venezia è appena iniziato e qui ci troviamo di fronte ad una prima polemica. Come ogni anno verrà nominata la madrina, che sarà scelta tra personalità di spicco del mondo del cinema e avrà il compito di aprire e chiudere il festival e di partecipare agli eventi mondani del Lido.

Quest’anno è stato eletto in occasione della 79a edizionea Rocio Munoz Morales, compagno di Raoul Bova. Ed è stata proprio questa scelta a ricevere molte critiche. Di norma, la madrina viene scelta in base alla carriera, ai film realizzati e ai premi ricevuti.

La nomina di Rocio non sembra soddisfare i requisiti necessari e un noto giornalista sottolinea subito l’inadeguatezza dell’elezione, affermando: “È un messaggio sbagliato che viene inviato e una mancanza di attenzione verso dozzine e dozzine di attrici molto più talentuose o affermate.

Rocio Munoz Morales in attacco: Nomina immeritata

La decisione di fare di Rocio Munoz Morales la madrina del Mostra del Cinema di Venezia non piace a molti. Un noto giornalista ha affermato che il curriculum dell’attrice non è adatto per assumere un ruolo del genere, il che rovina il talento delle attrici che meritavano di più il ruolo di madrina.

Infatti, i critici hanno anche sottolineato: Lasciarli celebrare un evento così importante confonde il pubblico, ma soprattutto non premia il talento o l’abilità.. Rocio Munoz Morales è noto al pubblico per aver recitato in lei Immaturo – Il viaggionel cortometraggio di Gabriele Muccino Calabria, la mia terra e in tre stagioni della serie Rai Un passo dal cielo.

Le ragioni per scegliere Rocio Munoz Morales come madrina di Venezia 79

L’interessato ovviamente non ha risposto, ma è stata assistita dal direttore artistico del settore cinema della Biennale di Venezia, Alberto Barbera, che ha spiegato i motivi della scelta in un’intervista concessa a Radio Italia:

ecco le sue parole: “Come ogni anno ho incontrato diverse attrici per capire quale potesse essere la soluzione migliore per questa edizione della mostra. Rocío, che non conoscevo personalmente, mi ha conquistato con la sua simpatia, allegria, natura aperta e passione. La scelta è stata relativamente facile. L’ho chiamata e anche lei ha risposto con lo stesso entusiasmo di Serena Rossi l’anno scorso”.

Leave a Comment