close
close

Mostra del Cinema di Venezia, superato e bocciato il primo red carpet. foto e video

Alcuni scelgono il nero per andare sul sicuro, altri optano per un nude look: il tappeto rosso della serata inaugurale del festival si colora di stelle. Tra eleganza e rotture di stile, ecco i promossi e gli scartati. Le nostre voci

Al via la 79a Mostra del Cinema di Venezia. Dopo una lunga attesa, è il momento del primo red carpet e dell’inizio ufficiale di questa edizione del festival veneziano. La madrina Rocio Munoz Morales brilla di eleganza sul red carpet, ma non è sola: gli outfit da commentare sono tantissimi, tra Pass e Fail. Uno dei temi ricorrenti di questo primo red carpet sembra essere il nero (che non tramonta mai), ma anche la scelta della trasparenza, in particolare attraverso l’uso del tulle. E mentre le dive sfilano, la folla del Lido esplode per la star di Hollywood Adam Driver, protagonista del film di apertura: rumore bianco di Noah Baumbach, film tratto dal capolavoro di Don DeLillo – foto | filmato 1 | video 2 | video 3 | video 4

Stefania Sandrelli (a Venezia) e la crisi con Giovanni soldi: “Vorrei almeno una carezza” – esclusivo

LA SUA SERATA – La madrina della mostra, Rocio Munoz Morales, abbina il bianco e nero per un sofisticato abito Armani Privé: senza spalline, cintura in vita che sottolinea il corpo snello dell’attrice e modella; capelli raccolti e una collana di diamanti per attirare l’attenzione sulla scollatura. Rocio è stato raggiunto da Roberta Armani mentre il suo partner Raoul Bova avrebbe dovuto raggiungerla nei prossimi giorni.

Rocio Munoz Morales, la madrina di Venezia e il suo matrimonio con Raoul Bova: “Lo voglio, ma a una condizione” – vedere

PROMOSSA – La presidente di giuria Julianne Moore si mostra invece luccicante e con un mantello in Valentino Couture (potrebbe benissimo interpretare una supereroina di un film): sceglie con cura un trucco leggero da abbinare all’abito elaborato e lega i suoi capelli rossi in una semplice coda di cavallo con una arco. Matilde Gioli ha invece optato per un color cipria: abito lungo dal taglio semplice, con profonda scollatura e spacco centrale per un risultato sensuale ed elegante. L’iconica Catherine Deneuve, che in tarda serata riceverà il Leone d’Oro per il lavoro della sua vita, va in controtendenza di questo red carpet in toni neri e basici e sceglie invece un rosso acceso: la classe, invece, non è acqua .

Julianne Moore a spasso per Venezia: che fatica con quei tacchi! – vedere

BOCCA – Il look Gucci scelto da Jodie Turner-Smith, anche lei nel cast di rumore bianco: un abito semitrasparente con strascico, guanti in lattice verdi e stivali alti fino alla coscia. Alessandra Ambrosio punta sul colore, un rosa intenso per un abito con più spacchi e una sciarpa in tono che si intona al rosso del tappeto. Maria Carla Boscono e Bianca Brandolini d’Adda invece scelgono i look…nuda. In entrambi un sottile strato di tulle copre appena il corpo (statuario). Paola Turani in un abito di perline (ovviamente nero) di Roberto Cavalli che lascia scoperti i fianchi.

Rocio Munoz Morales, Intervista alla Madrina di Venezia – vedere

ODE AL CINEMA – La regia della serata sarà affidata alla madrina Rocio Munoz Morales, che nel suo intervento ha voluto celebrare il cinema, nonostante le difficoltà del momento (pandemia prima, guerra dopo): “Il cinema è la finestra più grande e potente della nostra vita e sarà domani e dopodomani.Ci piacerebbe smettere di vedere che la guerra è il modo per sistemare le cose o che l’ambiente non è particolarmente una nostra preoccupazione, ma per favore, restiamo a guardare, facciamolo insieme. Un preludio decisamente politico a questa 79a edizione con un videomessaggio del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy: “La tua parola conta, il minimo che puoi fare è non tacere. Dobbiamo parlare il più possibile di questa guerra”.

Giulietta Perona

Oggi © RIPRODUZIONE RISERVATA

Leave a Comment