close
close

MotoGP 2022. GP di San Marino a Misano. Jack Miller, un palo emozionante. Ebbene, Pecco Bagnaia, Fabio Quartararo – MotoGP in difficoltà

Pole position per Jack Miller, seguito da Francesco Bagnaia secondo (parte quinto per penalità) ed Enea Bastianini terzo. Quarto Marco Bezzecchi, settimo Luca Marino, ottavo Fabio Quartararo, nono Aleix Espargaro, 11° Franco Morbidelli, 14° Fabio Di Giannantonio, 17° Michele Pirro, 18° Andrea Dovizioso in una sessione iniziata con la “pioggia” e conclusa con la “Slick”

3 settembre 2022

MIsano Adriatico – Qualche goccia di pioggia prima della Q2, poi acqua un po’ più ostinata: quasi tutti i piloti – ma non tutti – si allineano con la pioggia. Poi si ferma subito, l’asfalto si asciuga velocemente, si rientra ai box per cambiare le ruote Riparti con le slick. Ma la situazione è sempre più insidiosa, devi averla un cuore così grande È ora di spingere e attaccare. Hanno tutti tutto, i 12 piloti in pista fanno qualcosa di straordinario, ben sintetizzato queste parole di Pecco Bagnaia.

“Lo speravo La curva era asciuttaHo colpito il cordolo così com’era: la moto si è mossa un po’, ma ha resistito”, spiega. Per capire: stiamo parlando di uno girare a destra da circa 240 km/h: Quando le gomme perdono aderenza, finisci a Misano… Pelle d’oca. Buon lavoro a tutti. E il meglio in queste condizioni lo è Jack Miller.

“Quando è iniziata la sessione sembrava che la pista fosse completamente bagnata. Ma non è stato così, ma ho avuto il tempo di cambiare moto e gomme e spingere forte. Abbiamo guidato molto bene La bici è competitiva: Sono tornato in pole dopo quasi cinque anni”, celebra così la sua prestazione l’australiano, che negli ultimi GP ha trovato molta costanza. Bravo Jack.

Dietro di lui, per soli 0”015, una bagnaia quella di domani nonostante la penalità di tre posti per impostare una rotta lenta nelle FP1, Partirà comunque davanti a Fabio Quartararo e Aleix Espargaro.

“E’ stata davvero dura, le condizioni non erano chiare, ho iniziato con le gomme da bagnato, ma la pista si è liberata subito. All’ultimo giro ho detto fare o frenare: Va bene che parto prima di Fabio, ma il tempo potrebbe essere come oggi. Speriamo non sia così perché in queste condizioni è davvero molto difficile”, ha detto il pilota Ducati, che ha conquistato l’intera prima fila per la quarta volta in questa stagione Enea Bastianini ottimo terzo.

“All’inizio è stato davvero difficile, l’asfalto è così scuro che non si capiva se fosse bagnato o asciutto. Ho beccato un jolly nell’ultima curva, mi sono sforzato di mantenere la calma. Avrei potuto fare un po’ meglio, ma all’ultimo giro ho dovuto rallentare perché Morbidelli è scattato proprio davanti a me. È andata bene”, dice Bastianini, che domani si ritroverà secondo in griglia, con un’altra Ducati al suo fianco, quella del sempre velocissimo Marco Bezzecchi, che ha superato la Q1. Bastianini qui è molto competitivo tra i favoriti, ma anche Bezzecchi ha le carte in regola per stare in vantaggio.

L’unico Vinales tra le Ducati

CSu Johann Zarco sesto e Luca Marini settimo, l’Aprilia può essere di più soddisfatto di essere entrato nella RS-GP di Maverick Vinales al quinto postomentre Aleix Espargaro ha più problemi, solo nono, rallentato da condizioni che proprio non riesce a sopportare. Nelle FP4 la casa di Noale ha conquistato il primo e il secondo posto e ha anche mostrato un ritmo decente. Non è male, ma molto dipenderà dalle condizioni di domani.

Quel che è certo, però, è che tra i tre contendenti al titolo Espargaro sembra essere quello che fatica di più: Buono per lui per passare il turno con l’Aprilia, ma Aleix dovrà sperare in condizioni asciutte per questo. Oppure cambia il tempo in queste condizioni.

razza difficile da decifrare

le le condizioni meteorologiche ce la fanno complicato da decifrare il GP: Se fosse asciutto, Fabio Quartararo potrebbe fare beneperché il ritmo è buono, anche se te lo prometti comunque gara molto difficileperché sappiamo quanto sia difficile far partire la Yamaha dalla terza fila.

11.Franco Morbidelli: un po’ facile, in una stagione così difficile. Decimo Miguel Oliveira, che ha potuto fare bene in gara, 12° Alex Rins.

Disastro Honda: ci vuole Marquez

Ccome annunciato ieri, Marc Marquez è arrivato a Misano: compare in ottima condizione fisica, molto calmo e motivato. La Honda ha sempre più bisogno del suo campione: per trovare la prima Honda bisogna risalire al 16° posto.

Impensabile. Ma giusto. Le ultime 12 pole, infatti, sono state conquistate dalle moto italiane: 10 dalla Ducati, 2 dall’Aprilia.

.

Leave a Comment