close
close

“Potrebbero essere decisivi nel derby!”

Alberto Zacheroniex allenatore di entrambi Milano entrambiInterha rilasciato un’intervista per tutto sport in vista del derby di domani.

Che derby ti aspetti?:

Milan e Inter sono le due squadre più accreditate per aver vinto lo scudetto. Ma non mi aspetto grandi cose per questa gara, né da una parte né dall’altra. Siamo all’inizio della stagione, nessuna delle due concorrenti è come al solito in testa. Penso che il Milan giocherà la sua partita con grande intensità e densità nell’imbuto centrale. Il diavolo entra con una testa migliore. I nerazzurri proveranno invece a verticalizzare i propri attaccanti d’eccezione. Nessuna delle due squadre aspetterà l’altra, quindi credo in una partita con tanti gol”.

Sulle debolezze di Inter e Milan:

I rossoneri possono ancora contare su un grande entusiasmo. Undici giocatori partecipano alla manovra del diavolo, sia in fase offensiva che difensiva. Tuttavia, a volte si sfilacciano e subiscono, soprattutto in difesa, nonostante abbiano ottimi difensori. Un regalo importante dell’Inter è la fisicità. D’altra parte, c’è un aspetto negativo che ripaga il fallimento della scorsa stagione”.

A proposito di Inzaghi:

“Simone guida la squadra ma il lavoro sarà principalmente a livello nervoso. Non si discute sui mezzi nerazzurri. L’Inter ha una rosa completa, ma in questo momento vedo una mancanza di continuità nelle partite: ci sono squilibri nella stessa partita. Il Milan è consapevole, fiducioso al 90% di vincere le partite. I nerazzurri hanno un approccio diverso. Possiamo vedere ad occhio nudo che sono più nervosi rispetto alla scorsa stagione.

Milan Inter Zaccheroni

Sull’Inter, invece, che è in testa alla classifica generale:

“Sì, ma l’atteggiamento dei rossoneri non cambia. L’Inter, invece, ha momenti in cui sta in gioco e altri in cui non lo è”.

Chi potrebbe decidere il derby?:

“Premessa: è difficile per me fare i nomi individuali perché sono convinto che vinceremo come squadra. I duelli a centrocampo saranno interessanti, due centrali forti si fronteggiano, con giocatori equilibrati. Poi è chiaro quando Leao è in onda, è un sacco di cose. Anche Rebic, se guarito, potrebbe scoprire di me. In compenso, vista l’assenza di Lukaku, che fino ad ora non ha fatto la differenza, ecco Lautaro, che è in ottima forma: i nerazzurri potranno giocare al suo talento.

Su Lukaku non è ancora in forma:

“Ti darò una risposta generale, non specifica. Per me, gli uomini più in forma devono sempre giocare”.

Sulle ali dell’Inter:

L’Inter a sinistra in questo momento ha un po’ di problemi, Inzaghi in realtà cambia sempre. Ma la chiave starà nei duelli a centrocampo”.

Giacomo Pio Impastato

Leave a Comment