close
close

Reazione a Catena, scandalo su Rai 1? Soldi, indiziato gravissimo – Libero Quotidiano

Francesco Fredella

Cosa sta succedendo in Rai? Protesta per reazione a catenail programma realizzato da Rai 1 Marco Liorni. Ci sono nuovi campioni, il trio di stare insieme, che ha fatto scarpe a “I Tre allo Spiedo” nella puntata di sabato 3 settembre. Sicuramente tutto è stato realizzato grazie una comprensione riuscita con 18 termini indovinati. Nel gioco Last Chain sono arrivati ​​con un bottino non da poco di 124.000 euro. Ma quando hanno terminato la slot e sono arrivati ​​a The Last Word, hanno dovuto fare i conti con un montepremi molto basso: € 969. Secondo gli spettatori, hanno incontrato una “catena” infernale e per questo hanno perso migliaia di euro lungo la strada. Non sono mancate polemiche e commenti su Twitter al termine della trasmissione.

Reazione a catena, tensioni che esplodono: chi è costretto ad abbandonare il programma

In sintesi, Dagli iniziali 124.000 euro si è arrivati ​​a 969 euro e poi ancora più dimezzato: alla fine si sono ritrovati a 485 euro indovinando la parola “minimo”. Ma sui social si è sviluppata una vera e propria protesta. “Connessioni inutili. Ad essere sincero, mi annoiavo reazione a catena!”; “Per me finisce qui! Non mi diverto più”, scrivono due telespettatori. “A 485 euro, gli autori non hanno voluto cedere”, dice un altro. “Catena impossibile comunque.. si può ‘non farlo tutte le sere Gioca 400 euro (se va bene)”, rimarca un telespettatore. E poi: “Almeno la soddisfazione di averlo preso! Comunque, parole a caso!”. C’è chi ha usato immagini molto forti e fuori luogo: “autori? In prigione!“; “Autori maligni!”; “Associazioni di parole che meritano l’attenzione del dipartimento investigativo criminale”.

Reazione a catena, scivolata clamorosa.  Liorni imbarazzato: Mi dispiace che sia andata così

Secondo parte del pubblico lì La Rai potrebbe voler risparmiare (Questa è ovviamente solo un’opinione). “Pubblicando questo per la terza volta da quando Dammila e i Brats sono usciti con i profitti regalati, la Rai non insegue più soldi”, ha scritto un telespettatore arrabbiato. “La Rai ha esaurito i gettoni d’oro. Catena difficile ea volte assurda”; “Ma chi diavolo scrive le catene. Ha battuto la testa… ci sono definizioni impossibili. Certo, la Rai risparmia tanti soldi”; “Settimane fa erano catene di bambini dell’asilo. Ora sono pazzi e molto forzati. Sarebbe gradita una via di mezzo”. E ancora: “Oggi i nomi sono legati agli idiomi?”; “La spirale non è un tunnel. Cambia gli autori”; “Il tunnel mi sembra fatto apposta per portare via soldi”; “Qui gli autori deragliano ancora con blocco e spirale”.

.

Leave a Comment