close
close

Serie A, Salernitana-Empoli 2-2: Satriano, Mazzocchi, Dia e Lammers

I campanelli scendono, li ribaltano, poi l’olandese arriva all’81’. In porta anche l’ex interista Satriano

Dal nostro inviato Stefano Cieri

Pareggio con gol ed emozioni tra Salernitana ed Empoli. Il risultato è corretto. Entrambe le squadre condividono equamente i gol (due per parte), segnando occasioni e anche periodi di gioco in cui hanno il sopravvento. Migliori sono gli ospiti nel primo tempo, ma che non riescono a chiudere in vantaggio, più brillanti sono i padroni di casa nella ripresa, ma anche loro si lasciano spingere in vantaggio. Alla fine, nessuno dei due avversari è rimasto scontento del pareggio. Entrambi, infatti, estendono la serie di vittorie consecutive a quattro risultati (entrambi persi solo nella prima giornata) e spostano la classifica.

Empoli questo scatto

La squadra toscana parte molto bene. È più vivace della formazione a campana e soprattutto più reattiva. Conquista il centrocampo e detta il ritmo del gioco. Solo negli ultimi 16 metri, dove è in lotta per il dominio, è leggermente fuori segno. Ma nella mezz’ora riesce comunque a portare avanti. Parisi prende palla sulla sinistra e la passa a Henderson, il cui cross di Satriano anticipa Fazio e Sepe di testa. A questo punto la squadra di Zanetti prende fiato e sbaglia. Perché la Salernitana precedentemente scomparsa si fa rivivere. E trova il pareggio appena otto minuti dopo che l’Empoli passa in vantaggio. Lo fa grazie a una grande manovra di Mazzocchi, che lascia freddo a Vicario dopo aver sconfitto tre avversari.

Salernitana di Orgoglio

Galvanizzata dal pareggio, la Salernitana inizia a mettersi al passo con uno spirito completamente diverso e, soprattutto, con un gameplay decisamente più efficace. L’autorità di comando viene quindi trasferita agli host. Fondamentale la mossa di Nicola di mettere Vilhena nella posizione di trequartista. È proprio l’olandese che, dopo un corner battuto da Candreva, serve la palla a Dia per il 2-1. La Salernitana insiste e cerca di allungare ulteriormente. Piatek (sostituendo Bonazzoli all’esordio con la maglia della Campania) segna il 3-1, ma Vicario para il tiro. Dopo mezz’ora, però, le campane rallentano. Non lo fanno per calcolo, ma perché le loro energie stanno venendo meno. L’Empoli, cresciuta anche grazie all’inserimento di Bajrami, non perdona. È Lammers, servito da Bandinelli, a segnare il 2-2 con un tiro dal limite, la cui traiettoria è segnata da una deviazione involontaria di Fazio.

.

Leave a Comment