close
close

Spalletti e le tre verità sul Napoli scoperte con il Lecce

Quella legare con il lecceseil secondo consecutivo dopo quello di Firenzerilasciato tre verità di cui spalletti necessario tenerne conto da qui in poi per gestire il Napoli. là rivoluzione Mercato estivo (fuori Ospina, Koulibaly, Tuanzebe, Ghoulam, Fabian Ruiz, Insigne e Mertens; dentro Sirigu, Kim, Ostigard, Olivera, Ndombele, Kvaratskhelia e Simeone). volta essere digerito.

1) È presto per le vendite radicali

spallettiin concomitanza con il suo primo impegno infrasettimanale, decise di attingere a uno ampio girarsi, fondamentale per affrontare un periodo così intenso (in 15 giorni dovrà sfidare Lazio, Liverpool, Spezia, Rangers e Milan). Sei cambi rispetto alla formazione tipica di questo inizio stagione (Ostigard, Olivera, Ndombele, Politano, Elmas e Raspadori) che hanno inevitabilmente tolto certezze alla squadra. Vero, come ricordava il prossimo avversario sarriche la rosa blu è molto profonda e ti permette di sbizzarrirti, ma in questo momento è evidente che lo è ancora presto per sconvolgimenti improvvisi. I nuovi arrivati, alcuni dei quali sono arrivati ​​solo pochi giorni fa, devono avere il tempo di stabilirsi. Una svolta così radicale potrebbe arrivare nel tempo, ora è prematuro.

2) Meglio la squadra con il 4-3-3

l’ordinare scelto da Spalletti al via con il Lecce che 4-2-3-1 con Raspadori a sostegno di Osimhen, non fa il suo sollievo Il gruppo. Forse è stata anche la mancanza del fosforo di Lobotka, ma per tutto il primo tempo di ieri il Napoli ha avuto solo possesso palla sterile (Lecce tirano più in porta nei primi 45′). Scarsa qualità del fraseggio, pochi buchi, lenta circolazione della palla. Cambio forma di Spalletti all’intervallo, con il ritorno a 4-3-3, ha restituito certezze e riportato la squadra in una zona di comfort: da quel momento è stato un assedio che ha visto il Lecce schiacciato nella sua area per tutto il secondo tempo. È perduto lo sfarfallio di tre puntini, ma era un Napoli diverso. Anche qui, come per il turnover, vale un sottoinsieme: puoi facilmente ottenere il 4-2-3-1, ma per ora faresti meglio a restarci 4-3-3.

3) Meret può essere il portiere di questo Napoli

Stasera dopo le 20 a cena chiusura di mercato finalmente riuscirò a trovarli Sorridi, lo stesso che ha mostrato ieri sera dopo aver parato un rigore a Maradona. Alessio semplice ha mostrato all’inizio della stagione che può essere buttafuori da questa Napoli. Quella Voci Insistere per l’arrivo di un nuovo numero uno lo ha inevitabilmente messo nei guai ma la reazione in campo è stata quella di un vero professionista. E il pena Con il Lecce salvato potrebbe essere la svolta della sua stagione: potrebbe essersi aperta ieri sera una nuova fase che potrebbe portarlo presto a prolungare il contratto fino al 2027. Un saluto a Keylor Navas.

Napoli-Lecce, i riferimenti: Ndombele male, afferma Kim

Guarda la galleria

Napoli-Lecce, i riferimenti: Ndombele male, afferma Kim

Iscriviti al Corriere dello Sport Fantasy Championship: Mister Calcio CUP

Leave a Comment