close
close

Stefania Sandrelli, dai problemi economici a quelli con Giovanni soldi: “Vorrei una coccola”

Stefania Sandrelli a cuore aperto. In un’intervista al settimanale oggi In occasione della Mostra del Cinema di Venezia (l’attrice sarà presente perché ha recitato in Acqua e Anice di Corrado Ceron e dove riceverà il premio Bianchi), la grande attrice si è raccontata come non mai. In quei due anni tra Covid e mancati impegni di lavoro, aveva parlato di disagio economico e necessità di lavorare, ma non aveva mai affrontato il tema della solitudine e della tristezza. L’attrice romana ha confessato di essere in crisi da anni con il compagno Giovanni soldi.

Sandrelli ha fatto la sua prima e importante confessione sul suo lavoro: “Ho fatto più di cento film, televisione, teatro, ho diretto un’opera. Mi è piaciuto molto girare Acqua e Anice, ma la mia vita professionale sta per finire”.

Le attrici pagavano meno degli uomini

“Sono serena. Sono preoccupata per un’altra cosa – aggiunge parlando delle difficoltà economiche – Se smetto di lavorare il mio tenore di vita cambierà. Sono sempre stata sottopagata, come tutte le attrici. Si prendono gli uomini. D’altronde “Non ho mai fatto un film per soldi, nemmeno The Key, quindi mi hanno dato solo 50 milioni. I soldi non si sono mai preoccupati di me: è arrivato, è andato. Se smettessi di lavorare, dovrei accettare il cambiamento. .

Stefania Sandrelli e Giovanni Soldieri: il loro amore infelice

Questo è un momento difficile per Stefania Sandrelli: “Giovanni era malato, una malattia gli rendeva difficile la deambulazione e lo costringeva a stare in ospedale per molto tempo. Vederlo soffrire così tanto mi ha reso molto debole. Ma non è tutto. “

“Quando si è ammalato, siamo stati stufi per molto tempo. Ero distratto da altre persone, probabilmente anche lui. Ci siamo sentiti obbligati a vivere insieme. Gli ultimi anni con lui sono stati anni di rinuncia”, Sandrelli e Soldat hanno rinunciato agli affetti, alle carezze.

La straordinaria attrice ammette che Giovanni è uscito di casa per qualche mese l’anno scorso dopo 40 anni insieme ed “era giusto”. Poi la malattia, il bisogno di aiuto. Quando “l’ho visto lasciare l’ospedale, sono stato contento che sarebbe tornato da me. Contro tutto e tutti, compresi i miei figli, che mi dicevano che non sarebbe cambiato nulla”. Sandrelli non sa se Giovanni è contento: “Non mi fa quella impressione, nemmeno adesso. Forse è qui perché ha solo me. E io ho solo lui.” Sandrelli rivela nella sua auto-narrativa che non sta vivendo il suo 76 con serenità, ha gravi difetti tra cui non sentirsi importante e non sentirsi amato, questo la fa piangere, ma afferma, che Giovanni sa tutto, ma che era tempo di raccontare agli altri, un modo per esorcizzare il dolore. Giovanni è l’uomo che ha sempre sognato, continua ad affermare chi fa la domanda. “Non ho la fiducia che lui ha in nessuno”. Sandrelli non ha ben chiaro cosa sia successo, ma si autoaccusa: “Forse è stanco di essere una donna troppo esigente, di essere l’uomo di Sandrelli. Ma non posso farne a meno, non posso viverlo”. Colpa… E poi c’è Stefania accanto a Sandrelli. Lei era sempre lì”.

La giornalista Fiamma Tinelli spiega che al termine dell’intervista Giovanni soldi è entrato nella stanza per salutare. Ha camminato aiutandosi con un bastone, sorridendo e scherzando, ha ringraziato Stefania per la bella casa in cui vivono, il loro ottimo buongusto, ma Stefania gli chiede una carezza, lui le dà una “goffa pacca sulla guancia” e poi spiega : “Non sto bene, lo so. Ma amo moltissimo questa donna.”

.

Leave a Comment