close
close

super Kvaratskhelia e Kim riportano in vetta Spalletti

Quella Napoli vince l’Olimpico e si riprende il primo posto in classifica, almeno per una notte Milano. Kim e Kvarachelia firmare il successo in rimonta all’Olimpico con i Lazioa cui il beneficio iniziale sottoscritto da non è sufficiente Zaccagni. È la prima sconfitta per sarriche esce dal campo furioso insieme alla sua squadraArbitro Sozza (Penalità richiesta per il contatto tra Mario Rui e Lazzari). Invece, torna a vincere spallettiche dopo due passaggi vuoti con Firenze e lecceseritrova la sua squadra a Roma, immacolata nelle ultime ore dopo un inizio difficilissimo.

Zaccagni apre, Kim risponde

La serata dell’Olimpico è stata caratterizzata da una partita tattica di alto profilo e da un confronto tra eccellenze in panchina. là Lazio ha avuto la fortuna di sbloccarlo subito, alla prima azione davvero pericolosa. Una batteria di Filippo Anderson innescato Zaccagniil suo tiro basso e ad angolo retto dal bordo colpito da un fulmine semplice. Un vantaggio che ha fatto sfrecciare i biancocelesti, che hanno ritrovato l’equilibrio in campo riuscendo a farlo senza problemi per molto tempo. La squadra di spalletti poteva sentire il pizzicotto, ma soprattutto non riusciva a costruire nulla per più di mezz’ora. Solito giro di palla lento e sterile e incapacità di trovare spazi per la verticalizzazione, anche perché la Lazio ha difeso con grande organizzazione. Kvaratskhelia ha pensato di scuotere il Napoli dall’anonimatoche è apparso all’improvviso: una clamorosa occasione persa dopo un pallone rubato a Milinkovic e un incredibile polacchi centrato con una palla di fuoco di 20 yarde. La squadra di Spalletti cresce con il passare dei minuti (primo tempo 66,7% possesso) e trova il pareggio su calcio d’angolo. Kim ha colpito la testa e provenzale tornò indietro di qualche centimetro dietro la linea. L’arbitro Sporco convalidato grazie alla segnalazione sul suo orologio da parte della tecnologia Goal Line. Il sorriso azzurro è durato poco, perché prima della pausa Losano È stato costretto a uscire in barella dopo uno scontro frontale con Marusic (all’interno di Politano).

Kvaratskelia firma il successo

Un giocatore è rientrato in campo dallo spogliatoio Napoli posseduta dai demoniche ha sorpreso la Lazio e segnato più volte: kvara ne ha sbagliati due in pochi minuti, ha fatto la stessa cosa Osimhen (in uno ha preso una barra per la testa), uno invece che ha sprecato Zielinski. Sarri corse ai ripari Pedro e Vecino Invece di Zaccagni e Luis Albertoma non poteva fermare la veemenza di Napoli che ha trovato il vantaggio ancora con kvaraal suo quarto gol in campionato, che ha superato provenzale con un potente diritto di essere invitato Anguissa. La Lazio ha risposto con Vecino (in alto a destra), Filippo Anderson (girò la testa con una grande parata di Meret) e protestò a lungo una corsa di gomito in area di Mario Rui a Lazzari: l’arbitro Sporco non lo considerava una punizione e il Var non è intervenuto. Anche Sarri ha dato spazio di base, Hysai e Cancelliere (tranne Cataldi, Lazzari e Felipe) risponde con Spalletti Elmas, Raspadori, Ndombele e Olivera per Zielinski, Kvara, Lobotka e Mario Rui e tremava in pieno recupero solo dopo un’occasione mancata di Pedro. Alla fine solo loro Napoliall’Olimpico si è ritrovato.

Lazio Roma 1-2: cronaca e statistiche

Tavola della serie A

Kim e Kvaratskhelia piegano la Lazio: il Napoli fa festa all'Olimpico

Guarda la galleria

Kim e Kvaratskhelia piegano la Lazio: il Napoli fa festa all’Olimpico

Iscriviti al Corriere dello Sport Fantasy Championship: Mister Calcio CUP

Leave a Comment