close
close

Tengono impegnato Allegri: quattro fuoriclasse in pericolo

La Juventus si aspetta dal big game di Champions League in casa della corazzata Paris Saint-Germain: da valutare le condizioni di quattro titolari della scacchiera bianconera

Fai un passo indietro dal juventino nella conca dei ‘Franchi’ contro i Firenzeche ha dominato i bianconeri soprattutto nel secondo tempo.

PSG-Juventus, termini Di Maria
Angelo Di Maria @LaPresse

Non era abbastanza per la squadra Allegro il piombo iniziale firmato da Milikal secondo gol consecutivo con la maglia della ‘vecchia signora’ per portare a casa i tre punti e tenere il passo Milano e Napoli nella classifica. Le viole di Italiano Sono andati vicini al successo, sbagliando anche un rigore ulteriormente nel primo tempo Jovic. La Juve ha strappato un pareggio prezioso con grande dolore, ma ha lasciato molto a desiderare in termini di gioco e manovra.

A parte la fiammata di Milik, la squadra bianconera non è mai riuscita a portare in porta e ad impensierire Terraciano, che nella seconda parte di gara ha faticato a escogitare progetti interessanti per tentare di infortunare la Fiorentina. Allegri ha battuto la sua squadra a fine partita e cerca più malizia e convinzione nella sua squadra visto l’esordio stagionale Champions League nella grotta di Parigi St Germain. Un cross che si preannuncia insostenibile per la Juve, anche se si sentono le parole di Allegri, che ha sottolineato che la partita decisiva per la qualificazione è quella dopo l’Allianz Stadium prima del Benfica.

PSG-Juventus, il triplo dubbio di Allegri: le possibili decisioni del tecnico bianconero

Il tecnico bianconero lo ritroverà Vlahovic dal primo minuto con il serbo, in panchina per tutti i 90 minuti di gioco al ‘Franchi’. Allegri, invece, potrebbe presentarsi al Challenge di Parigi con alcuni disertori chiave Da Maria, Daniele e Alessio Sandro è uscito un po’ ferito dall’andamento del campionato con la Fiorentina. L’argentino è rimasto negli spogliatoi dopo un buon primo tempo: rientrato di recente in campo dopo aver subito un infortunio al tendine del ginocchio, ha fatto una mossa precauzionale, anche se le sue condizioni saranno in fase di revisione per la finale di domani.

PSG-Juventus, le decisioni di Allegri
Massimiliano Allegri © LaPresse

Non è al massimo neanche Danilo, che nell’ultima partita contro la Fiorentina ha rimediato una botta alla caviglia. Il brasiliano dovrebbe comunque stringere i denti e presentarsi regolarmente in campo, questa volta schierato sulla corsia di destra visto il probabile ritorno al centro del capitano Bonucci Insieme a Brema. Da valutare anche il connazionale Alessio SandroLottando con l’affaticamento dei flessori del tendine del ginocchio. Finalmente c’è coniglioScomparso a Firenze per un ematoma alla coscia: i prossimi allenamenti toglieranno i dubbi sulla disponibilità del francese, anche lui ex combattente. Inoltre, a centrocampo, a prescindere dalla presenza di Rabiot, il bambino potrebbe tornare ad essere il titolare mirettiavvenuto ieri durante la ripresa del gioco ‘Franchi’.

La probabile formazione della Juventus (4-3-3): perino; Danilo, Bonucci, Bremer, Alex Sandro; Locatelli, Paredes, Miretti; Cuadrado, Vlahovic, Di Maria.

Leave a Comment