close
close

Torino, con il Lecce terribili ricordi. Ma Juric ha un debole per lo scalatore

I salentini hanno abbattuto il Toro nelle ultime due gare di Serie A, vittoria per 4-0 in casa del Via del Mare che è costata la panchina a Walter Mazzarri

Il 2 febbraio 2020 il Torino ha incrociato per l’ultima volta il Lecce, precedente difficile da dimenticare: 4-0 per il Salento in Via del Mare e salto in panchina di Walter Mazzarri. In questa stagione i giallorossi avevano battuto due volte il Toro promosso ed entrambe sono state partite simboliche e importanti per la stagione. La prima era entrata nella terza giornata quando la sconfitta per 2-1 all’Olimpico Grande Torino ha frenato un Toro positivo al ritorno dei granata da due vittorie consecutive (contro Sassuolo e Atalanta). Era un Torino che ha sofferto contro la squadra promossa in quelle che troppo spesso erano state partite troppo complicate per i granata. E lo storico del Toro con il Lecce non è particolarmente esaltante.

Complessivamente le precedenti 16 tra le due squadre in Serie A sono in pareggio: cinque vittorie per parte e sei pareggi. Lo storico più recente è negativo. Il Toro, infatti, ha vinto una sola gara, ne ha perse quattro e ne ha pareggiate tre nelle ultime sette gare contro il Salento. In casa, il Torino ha vinto solo quattro delle ultime otto (due pareggi e due sconfitte a chiudere le statistiche). Insomma, il Lecce si è spesso rivelato una buccia di banana per la squadra dei granata.

Ma mentre rimangono nel settore dei dati, entrambi i team stanno inseguendo i record. Mentre il Lecce non ha mai vinto tre gare di fila contro il Toro in Serie A, i Grenades ne hanno vinte quattro di fila contro la squadra promossa e non hanno fatto meglio dalla stagione 1949/50. Insomma, un’eternità. Il feeling di Juric con la squadra promossa è quindi positivo. Con l’allenatore croato, i Grenades soffrono meno degli acquisti in Serie A, riuscendo a invertire la tendenza che nel 2020 costò alla panchina Mazzarri. Il suo Torino punta quindi al quinto successo consecutivo contro una squadra promossa per eguagliare il record del 1949/50 e, soprattutto, a trovare la strada giusta dopo la sconfitta di Bergamo. Finora il Toro non ha recintato contro Monza e Cremonese, ora Juric ei suoi ragazzi devono fare 3 da 3 per ripartire e caricare in vista della super partita del Meazza di sabato prossimo contro Simone Inzaghis Inter.

Leave a Comment