close
close

Tutto esaurito e standing ovation, Gabbani accende il “Karma di Maceratesi” (foto)

MACERATA – Sferisterio al completo in tutti i settori per il concerto di ieri sera: il cantante carrarese ha fatto impazzire il pubblico con un’ultima passeggiata tra gli abbracci del pubblico. “Spero che insieme abbiamo toccato un po’ di felicità”


Caricamento in corso letture

Gabbani_FF-12-650x434

Francesco Gabbani

fuori Marco Ribechi (Immagine di Fabio Falcioni)

Lo Sferisterio di Macerata non avrebbe potuto essere più impegnato in occasione del concerto di Francesco Gabbani che fa cantare e impazzire il pubblico in arena, con tanto di un’ultima passeggiata tra gli abbracci del pubblico. Il cantante Carrara, che è stato in tour con il suo ultimo e quinto album, We Just Wanted to Be Happy, ha deliziato letteralmente centinaia di fan accorsi nell’arena per prendere parte a una delle serate più movimentate dell’anno e non solo. Infatti, all’ingresso, la vista dello Sferisterio impressiona per la folla, oltre ai palchi e alla platea, sia le tribune laterali che il balcone in una serata che si preannuncia piena di gioia di luce, come nello stile di Gabbani . Non appena le luci si spengono, prima dell’inizio dello spettacolo, i cori iniziano subito a gridare e fare il tifo per Gabbani per tutta la durata della manifestazione, a tratti anche quasi imbarazzante per l’incredibile affetto dimostrato dal pubblico, che viene sbalordito da un il vero “Maceratesi” è il Karma animato”.

Gabbani_FF-6-650x434

Lo Sferisterio Tutto esaurito

“Sei un genio”, “ti amo”, “daje fra'” sono solo alcuni degli epiteti rivolti alla cantante, che, ovviamente accontentandosi di esibirsi in un’arena da tutto esaurito, risponde in rapida successione cantando stessa ha ringraziato i presenti. Iniziò così il concerto attraverso l’intera produzione di Gabbani, che, come ricordiamo, trionfò due volte a Sanremo, nel 2017 con la hit Occidentale’s Karma e nel 2016 tra le nuove proposte con il brano Amen. Quest’ultimo apre la serie di brani presentati nella notte di Macerata, seguito da Shambola, Pachidermi e Parrots e It’s another thing. Tra ritmiche a metà tra blues, rock, pop ed etnico Gabbani, quasi un duetto con il pubblico altamente qualificato che lo accompagna cantando più di una volta. Sia nella musica che nei testi, Gabbani è un concentrato di positività e forse è proprio questo dono che conquista di più i presenti, che durante la canzone Peace & Love esibiscono segni compatti inneggianti alla pace, apparentemente distribuiti gratuitamente da un ventilatore all’ingresso.

Gabbani_FF-17-650x434

Il palco del concerto

Ogni canzone è un successo e i più seguiti sono ovviamente i singoli già ascoltati tante volte in radio: oltre ai brani resi famosi da Sanremo, ci sono anche Eternamente ora, Tra le grenate e le grenate, Viceversa, Bastoncini di sudore zu uns, Spazio tempo, Das Netzwerk. Un totale di circa due ore di musica, interrotte solo da brevi siparietti realizzati con la partecipazione del pubblico. “Spero che abbiamo toccato un po’ di felicità insieme stasera”, confida Gabbani prima di eseguire il pezzo finale. Volevamo solo essere felici, si è concluso con la presentazione della sua band, che è stata accolta con una standing ovation dall’arena. C’è ancora spazio per un ultimo evento non programmato con l’artista una volta tra il pubblico che inizia a camminare per le prime file dando baci e abbracci ai fan che lo circondano, una degna conclusione di una serata memorabile per gli amanti della musica pop. .

Gabbani_FF-9-650x434

Gabbani_FF-10-650x434

Gabbani_FF-11-650x434

Gabbani_FF-13-650x434

Gabbani_FF-7-650x434

Gabbani_FF-8-650x434

Gabbani_FF-6-650x434

Gabbani_FF-5-650x434

Gabbani_FF-4-650x434

Gabbani_FF-3-650x434

Gabbani_FF-2-650x434

Gabbani_FF-1-650x434

Gabbani_FF-14-650x434

Gabbani_FF-15-650x434

Gabbani_FF-16-650x434

Gabbani_FF-18-650x434

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

Leave a Comment