close
close

Us Open, Kyrgios batte Medvedev, vola ai quarti di finale e torna nella top-20

L’australiano batte in 4 set il numero uno del mondo che rischia di perdere il comando al termine del Grande Slam

Uno straordinario Nick Kyrgios spazza via il campione in carica Daniil Medvedev dagli US Open e irrompe nei quarti di finale Questo è il risultato della partita più attesa del torneo finora, vinta dagli australiani 7-6 3-6 6-3 6-2. Un successo che vale molto in tutti i sensi: è il secondo australiano consecutivo a battere Medvedev anche nel secondo round del Canadian Open di inizio agosto (ora la serie di testa a testa vede Nick in vantaggio con 4 vince a 1). Ma soprattutto è la conferma dell’ottima estate dell’australiano, che torna tra i primi 20 del mondo con questo risultato, abbinato alla finale di Wimbledon. Per Medvedev, invece, la fine delle 10 vittorie consecutive a Flushing Meadows e la certezza che entro la fine del torneo non sarà più il numero 1 al mondo è uno scettro che passerà nelle mani di Nadal, Alacaraz o Ruud.

la partita

Un Kyrgios molto concentrato ha iniziato la partita con un attacco e ha subito messo a segno due palle break, vanificate da un Medvedev già allertato dalla situazione. Con il punteggio di 3-2, Kyrgios va in assolo per primo e mostra tutto il suo genio per siglare il primo break della partita. Ma il russo è pronto a reagire, innesca il suo turbo di rovescio e si riprende il break. Non ci sono più cretini fino al tie-break, se non per via dei 25 secondi c’è una piccola scintilla tra Kyrgios e l’arbitro Asderaki. Nella partita che decide la prima fazione, Kyrgios inizia a volare 4-1 e poi 5-3, ma il primo a centrare il set point è il russo. Medvedev non riesce ad eliminare il rivale, sbaglia tre set point, Kyrgios di set point ne spreca 3, ma il quarto (il secondo sul proprio servizio) è quello giusto e il set finisce 13-11 per Nick. Nella seconda partita del secondo set, Kyrgios stacca la spina: commette tre doppi falli e nella partita successiva lancia violentemente una palla verso gli spalti sul 3-0. Per fortuna si ferma sulla balaustra, altrimenti il ​​rischio di squalifica sarebbe stato molto alto. Ora il set è finito, Kyrgios perde di nuovo la traversa sul 4-1 e rischia di rientrare nel set quando Medvedev cade improvvisamente in svantaggio, lottando per tenere il passo e pareggiare il conteggio prendendo il break per 6-3 nella terza vittoria. restituisce lo spettacolo al massimo livello. Kyrgios è così irrefrenabile che commette anche un’invasione, poi si riprende dal 40-0 in gara quattro e strappa il servizio a Medvedev. L’australiano persevera, sul 5-3 non trema e con la combinazione di servizio e diritto avanza di due set a uno. Nel terzo game del quarto set, Kyrgios si vendica ancora, salva palla in contropiede e vola indisturbato per servire il vantaggio di 5:2. E un asso, l’ultimo del match, chiude il match dopo 2 ore e 53 minuti di spettacolo.

il prossimo avversario

Alla fine, Medvedev si è ritrovato con la piccola battaglia personale degli assi (22 a 21) e il bilancio positivo tra ace e doppi falli (2 dalla Russia e 7 dall’Australia): Kyrgios ha prevalso in tutte le altre statistiche. che ha servito molto prima (71% contro 59%), che ha segnato più volte e con profitti migliori (29 punti in 47 run contro il 10/17 di Daniil) e che ha ottenuto più vittorie (53 a 19). Nei quarti di finale, Nick Kyrgios attende la russa Karen Khachanov, che, contrariamente alle aspettative, ha sconfitto in 5 set lo spagnolo Pablo Carrena Busta (4-6 6-3 6-1 4-6 6-3 il risultato in 3 ore e 21 minuti). .

di nuovo tra i primi 20

Questo successo è valso a Kyrgios un ritorno tra i primi 20 al mondo. L’australiano sale praticamente al numero 18 del mondo con la prospettiva di una top 10 in caso di trionfo, Medvedev lascerà invece la prima posizione mondiale nelle mani di Nadal, Alacaraz o Ruud. Se Nadal batte Tiafoe stasera, Alcaraz e Ruud possono sorpassare Rafa solo vincendo il torneo.

.

Leave a Comment