close
close

Us Open – Sinner batte Nakashima per passare al secondo turno. Ferma Musetti

Jannik perde il primo set con l’americano Nakashima e poi vince 3-6 6-4 6-1 6-2. Il prossimo avversario è Ivashka, che ha eliminato Lorenzo in 4 set

Come nel 2021, Matteo Berrettini e Jannik Sinner raggiungono gli ottavi di finale allo United States Open. Dopo il successo di ieri del tennista romano in quattro set sull’ex numero 1 del mondo Andy Murray, l’altoatesino ha sconfitto in quattro set l’americano Brandon Nakashima nella notte italiana appena ultima: 3-6 6-4 6-1 6-2 Goal per l’italiano in 2 ore e 59 minuti di gioco.

Grande Jannik

Una bella prova di Sinner, che mostra la solita solidità mentale di sempre e un servizio decisamente molto efficace che non lo ha aiutato poco dopo l’eruzione iniziale di Nakashima. L’americano è stato il primo break nonostante i tre break point offerti ai Blues in gara uno, conquistando in gara sei andando a rete e trasformando con un prezioso dritto al volo. Nakashima ha confermato il vantaggio e il 4-2 si è presto trasformato in un 6-3 iniziale. Ma ad inizio secondo giro la partita si gira subito a fianco degli azzurri, che hanno perfezionato il servizio e dominato con i diagonali incrociati. Con due assi, Sinner ha tenuto il primo servizio del secondo set e poi ha gestito il primo break del match nel quarto game colpendo di rovescio. L’americano ha avuto la forza di reagire, rimontando dal 4-2 a 4, ma sul 4-5 ha prevalso l’azione offensiva di Sinner: l’altoatesino, dopo aver saltato tre set point consecutivi e una quarta occasione, si è riversato in rete, per salvare il palla dei 5 tutti, ha ottenuto un altro set point che ha poi trasformato con il falso successo dell’americano. A questo punto Nakashima è svanito, il suo servizio è sotto il pieno controllo di Sinner, che ha volato prima 4-1 nel set numero tre e poi 4-0 nel set numero quattro, finendo con una corsa finale di 14 partite a 3 Abacus era lì 16 ace, 4 doppi falli, 60% primo con 74% di realizzazione, 9 break segnati, 59 vincitori, 46 rigori liberi e 128 complessivi contro i 106 di Nakashima, servizio molto debole (3 ace, 3 doppi falli e solo il 62% dei punti segnati al primo vinto).

Ferma Musetti

Agli ottavi di finale, Sinner incontra il bielorusso Ilya Ivashka, che ha invece ucciso il nostro Lorenzo Musetti 6-4 3-6 6-2 6-3, punito con una vescica alla mano destra. Il preludio segna la pausa subita da Musetti e l’immediata richiesta di un time-out medico di sola mano. Ai Blues non è certo mancata la grinta e hanno recuperato subito, ma in gara sette Musetti ha commesso due errori gratuiti che gli sono costati il ​​break e il set. Il momento più bello di Musetti coincide con la parte centrale del secondo set: con due buone risposte, Musetti si procura il break ball e all’ottavo game imposta il break, che poi conferma sul 6-3. Nel terzo, Musetti crolla senza reagire e il 3-0 iniziale diventa un 6-2 per il bielorusso. Nel quarto, invece, la reazione c’è, Musetti reclama il break per il 4-2, ma mentre serve per cercare di restare in vita, Ivashka perfeziona la reazione, girando aggressivo, strappando l’italiano e fermando la battuta energica. il primo servizio chiude la riunione.

.

Leave a Comment