close
close

Us Open: Tiafoe batte Nadal 3-1 nel primo tempo del quarto slam

Non capitava a un giocatore statunitense di battere i primi cinque a Flushing Meadows dal 2005. Ora si dice che Rublev stia sognando le semifinali

Mentre giocava con la sua gemella allo Junior Tennis Champions Center di College Park, nel Maryland, Frances Tiafoe sognava un giorno di crescere e di conquistare l’America. Frances, figlio dell’operatore di un club di tennis fuggito dalla Sierra Leone, ha sicuramente portato ieri alla sua famiglia ea New York la gioia più grande. I quarti di finale degli US Open contro Rafa Nadal in quattro set dopo una partita incredibile, giocata tecnicamente e tatticamente alla perfezione. 6-4 4-6 6-4 6-3 si chiude con tanto di break per il 22esimo campione dello Slam tra gli applausi generali dell’Arthur Ashe Stadium. Scoppia in lacrime, figlio di tensione e gioia, Frances si copre il viso, troppo spesso vista come una sciocca per il suo atteggiamento in campo.

L’ultimo americano a raggiungere una Top 5 è ​​stato James Blake nel 2005 e l’avversario era Rafa Nadal. Ed è stato proprio l’ex campione americano a raccogliere le prime dichiarazioni del ragazzo, seguito da Ferreira: “Non ho fatto altro che crescere, a modo mio, mi sono fatto strada e ho raggiunto questo traguardo. Stasera ho giocato un tennis eccezionale”. Le gambe mi tremavano alla fine, ma ho perseverato”.

numero 1

Ora la corsa per il numero 1, una corsa iniziata alle cinque e che ha già perso Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev, sembra di nuovo scarseggiare per i contendenti. Al momento è ancora il 22° campione Slam, solo due quest’anno, a scalare la classifica mondiale dal vivo, ma Casper Ruud e Carlitos Alcaraz sono lì per salire in testa, basterà la finale per vincere il mancino spagnolo. Domani alle 18 Matteo Berrettini proverà a fermare la corsa del norvegese mentre Alcaraz affronterà presto Marin Cilic, l’eterno croato vincitore degli US Open nel 2014.

La partita

Tiafoe passa in vantaggio con un break in gara sei del primo set. Il vantaggio è stato mantenuto fino al 6-4 finale. All’intervallo 8,5 minuti di time out medico nello spogliatoio per Nadal a cui era fasciato il polso sinistro. Al ritorno Rafa reagisce da combattente, strappando all’americano lo scherzo del 5-4 e pareggiando i set count. Ma la serata di Frances è eccezionale, nel terzo set si rompe al 7° game, confermandosi 5-3 e finendo 6-4 nel box dei 23.000 in tribuna. Rafa scatta in avanti nel quarto set, salendo sul 3-1, ma la reazione di Tiafoe è immediata e in un attimo la situazione si ribalta. Da 3-1 in giù Frances è 4-3 in vantaggio e da lì in poi non si arrende mai. Esagera fino alla fine, respingendo ogni tentativo dello spagnolo e chiudendo la sua indimenticabile serata. Ora c’è Rublev, che ieri ha liquidato Cameron Norrie.

.

Leave a Comment