close
close

“Vedrai una grande Juve. Voglio riportarlo dove merita”.

Parigi, Francia) -“Domani sarà una gara importante e bella. Sarà una sfida complicata e poi voglio sorridere: sappiamo tutti com’è fatto l’allenatore e le sue parole sono lì per allentare la tensione del gioco. È una gara che si prepara. La partita importante è domani, ma alla lunga giocheremo la qualificazione contro il Benfica. È fantastico giocare qui con questi campioni“Alla vigilia della prima partita della fase a gironi di Champions League, il capitano della Juventus Leonardo Bonucci è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita contro il Paris Saint-Germain in programma al Parco dei Principi: “Una partita non ci dà una foto, ci dice dove possiamo migliorare, cosa possiamo fare. Registrare tanti nuovi giocatori non è facile, ci vuole pazienza. Qualcosa cambia nelle serate di Champions, si vede una grande Juventus“.

Bonucci: ‘Voglio portare la Juve dove merita’

Domani sarà un orgoglio giocare. A 35 anni la Champions è di stimolo. Voglio essere un modello e, da capitano, portare la Juventus dove merita insieme a tutta la squadra. Il tecnico mi ha fatto allenare con compiti specializzati prima della Fiorentina, ma dobbiamo essere pronti per domani. Sarà un bel gioco complicato, dobbiamo affrontarlo con un po’ di vero divertimento. Sognavamo di fare questi giochi da bambini, dobbiamo tenere la palla e inseguire l’avversario quando eravamo piccoli. Ho questo in testa: il resto viene dal divertimento e dallo spirito di squadra. Abbiamo cambiato molti giocatori. Trovare la mentalità e il DNA della Juventus non è facile, ma nemmeno facile e veloce. L’allenatore sta facendo un ottimo lavoro a livello mentale per capire cosa significa indossare questa maglia. Sono convinto che riporteremo la Juventus al vertice con i nostri compagni“.

Bonucci su Mbappé

Mbappé? È un giocatore stratosferico: ha tutte le carte in regola per diventare il miglior calciatore del mondo. Il futuro e l’età sono dalla sua parte: sono anche sicuro che voglia crescere per la sua mentalità, il suo modo di parlare. Sarà difficile giocare contro di lui, contro Messi, contro Neymar, contro lo stesso PSG: per fermarli serve il lavoro di squadra“.

Bonucci su Pogba, Di Maria, Paredes e Miretti

Gli eventi fuori campo di Pogba? Paolo è una star mondiale, come tanti al PSG o alla Juventus. Questi eventi non riguardano me e non è l’ambiente giusto. Paul si concentra sul suo viaggio di recupero. Ci manca e speriamo di averlo presto. Da Maria? È una grande perdita non averlo con noi meno la qualità del giocatore. È un giocatore importante nello spogliatoio per il suo entusiasmo e la sua energia. Paredes, invece, è un arrivo recente ma ha personalità: ci dà esperienza internazionale e rafforza il carattere della squadra. Ci sono molti giovani qui, se ce ne sono, è perché meritano di suonare qui. Abbiamo tutti percorso un percorso di crescita professionale e umana. impari molto. Miretti? È cresciuto qui, sa cos’è la Juventusera sempre pronto“.

Bonucci su Chiellini

Ho sentito Chiellini la scorsa settimana: insieme ne abbiamo giocate tante, fortunatamente ne abbiamo vinte anche tante. Ma fa parte del passatoora dobbiamo pensare alla grande prestazione che dobbiamo dare contro il grande Paris e contro i grandi giocatori e siamo qui con la sensazione di fare qualcosa di importante“.

Psg-Juve, tutto pronto al Parco dei Principi

Guarda il video

Psg-Juve, tutto pronto al Parco dei Principi

Iscriviti al Campionato Fantasy Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Leave a Comment