close
close

Venezia: il programma del 6 settembre tra Amelio e Swinton – Culture & Entertainment

Arriva oggi alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il quarto dei cinque titoli italiani in concorso, IL SIGNORE DELLE FORMICHE di Gianni Amelio con Luigi Lo Cascio ed Elio Germanosul caso dell’intellettuale Aldo Braibanti, condannato a nove anni di reclusione per plagio alla fine degli anni Sessanta dopo un clamoroso processo.

Tra le stelle del giorno ci sono Tilda SwintonProtagonista di un altro titolo in concorso, THE ETERNAL DAUGHTER di Joanna Hogg, su un’artista che deve fare i conti con la sua anziana madre con segreti a lungo sepolti.

Un maestro del cinema come Walter Hill riceve il Cartier Glory to the Filmmaker Award e presenta (fuori concorso) il suo nuovo western DEAD FOR A DOLLAR con Christoph Waltz, Willem Dafoe e Rachel Brosnahan. Fuori dalla corsa anche KONE TAEVAST, l’ultimo film di Kim Ki-duk, che è stato completato da amici e colleghi dopo la morte del regista nel 2020.

Venice Classic è incentrato sul film documentario SERGIO LEONE – L’ITALIANO CHE HA INVENTATO L’AMERICA di Francesco Zippel. SPACCAOSSA di Vincenzo Pirrotta debutta alle Giornate degli Autori – Notti veneziane, coprodotto e scritto da Ficarra e Picone, una sensuale storia di delitto e disperazione ispirata a una storia vera.

Ecco alcuni degli eventi clou della giornata: THE ETERNAL DAUGHTER di Joanna Hogg (Venezia 79) con Tilda Swinton, Joseph Mydell, Carly-Sophia Davies (Sala Grande alle 16:45). Di ritorno nella vecchia casa di famiglia trasformata in hotel ma irta di un passato misterioso, un’artista e la sua anziana madre affrontano segreti sepolti da tempo.

IL SIGNORE DELLE FORMICHE di Gianni Amelio (Venezia 79) con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Leonardo Maltese, Sara Serraiocco (Sala Grande ore 19). Alla fine degli anni Sessanta si svolse a Roma un processo che fece scalpore. Il drammaturgo e poeta Aldo Braibanti è stato condannato a nove anni di reclusione per plagio, cioè per aver sottomesso alla sua volontà un suo allievo recentemente adulto e suo amico. Pochi anni dopo, il reato di plagio è stato rimosso dal codice penale.

KONE TAEVAST (CALL FROM HEAVEN) di Kim Ki-duk (Fuori Concorso) con Zhanel Sergazina, Abylai Maratov (Sala Giardino alle 17). Una ragazza che sogna di incontrare un giorno l’amore della sua vita e un uomo che ha avuto tante esperienze sono i protagonisti dell’ultimo film di Kim Ki-duk, girato nell’estate del 2019 e successivamente condiviso da amici e colleghi di Kim ultimato la sua inaspettata scomparsa nel dicembre 2020.

CARTIER GLORY AL PREMIO DEL FILMMAKER a WALTER HILL (Sala Grande alle 21:45), seguito da: DEAD FOR A DOLLAR di Walter Hill (fuori concorso) con Christoph Waltz, Willem Dafoe, Rachel Brosnahan, Warren Burke. L’anno è il 1897. La storia segue il famoso cacciatore di taglie Max Borlund in Messico; qui incontra Joe Cribbens, giocatore d’azzardo e fuorilegge, e il suo nemico giurato, che Max aveva mandato in prigione qualche anno prima.

SERGIO LEONE – L’ITALIANO CHE HA INVENTATO L’AMERICA di Francesco Zippel (Venezia Classici), documentario (Sala Casino ore 17). Il film, arricchito da pregevoli filmati d’archivio, rare registrazioni audio e filmati dietro le quinte, vede per la prima volta il coinvolgimento diretto della famiglia Leone e include interviste ai soci storici del regista e alle icone di Hollywood da Eastwood a Tarantino. , da Scorsese a Damien Chazelle. SPACCAOSSA di Vincenzo Pirrotta (Giornate Veneziane – Notti Veneziane) con Vincenzo Pirrotta, Selene Caramazza, Ninni Bruschetta, Giovanni Calcagno (Sala Laguna ore 21.30). In un magazzino di Palermo, un’organizzazione criminale improvvisata rompe le ossa delle vittime volontarie e simula incidenti per incassare pesanti indennizzi assicurativi. Vincenzo li recluta tra i miserabili che abitano le strade cittadine, le stesse di cui fa scorta di crack Luisa, che sarà coinvolta nel “Tour”. (MANO).

.

Leave a Comment