close
close

Wolff: “Eccoci nella giusta finestra delle prove” – ​​F1 Team – Formula 1

Le prime sessioni di Prove libere per il Gran Premio d’Olanda si è conclusa con due doppie vittorie: mentre Charles Leclerc ha fatto segnare il miglior tempo nel pomeriggio, seguito dal suo compagno di squadra Carlos Sainz, la prima fila virtuale a Zandvoort era stata precedentemente completamente occupata Mercedes. In questo caso il comando è passato in una mattinata segnata dal ritiro di Max Verstappen per un problema al cambio Giorgio Russelquasi due decimi e mezzo più veloce di Lewis Hamilton.

Un risultato di buon auspicio per la squadra campione del mondo in carica, con riscontri molto più positivi rispetto a esattamente una settimana fa a Spa-Francorchamps. Una spiegazione tra le due prestazioni, data dal team boss Mercedes, Totò Wolffche ha rivolto la sua attenzione ad alcuni aspetti tecnici delle monoposto: “Questo è uno dei circuiti migliori per valutare le nostre prestazioni – ha commentato – ma dovremo vederlo domani. Penso che sia più una questione di Cose che non si vedono sulla macchina rispetto a quelle che risaltano. Naturalmente, abbiamo un concetto dal ventre stretto in cui il pianale posteriore sporge più di altre auto. Ovviamente questo avrà un ruolo nelle nostre prestazioni attuali, ma più importante è il modo in cui sviluppiamo l’auto per farla funzionare. Dov’è? La parte inferiore del pavimento, oltre a tutto ciò che riguarda la cinematica della sospensione. Quindi in questo momento è un continuo tentativo ed errore. Qui, a differenza di Spa, siamo nella giusta finestra di prove in termini di aerodinamica e grip.

Inoltre, Wolff ha sottolineato l’approccio di toro rosso in termini di carico utile, oltre a un altro commento sulle prestazioni poco convincenti delle loro auto in Belgio: “Si può dire che la Red Bull guida l’auto molto più in alto all’altezza del suolo, ma è più bassa ad alta velocità. Questo è il giusto compromesso che hanno raggiunto nel lavoro sul telaio – Lui ha spiegato – qui Si vede che anche la nostra vettura ha il giusto equilibrio, sia dal punto di vista aerodinamico che di presa. A Spa è stato un caso insolito in termini di prestazioni”.


FP | Alessandro Prada


TUTTI I DIRITTI RISERVATI




Leave a Comment